LA MOGGESE VEDE LA ZONA PROMOZIONE

MOGGESE – VAL RESIA 2-0

GOL:pt  22′ Nesina, 32′ Revelant.
MOGGESE: Borgobello, Pugnetti, Romanin, Keita, Monopoli, Michele Marcon (11’st Missoni), Revelant, Matteo Marcon, Gianni Tolazzi (17’st Di Bernardo), Nesina (48’st Zoffo), Linossi. All. Dante Marcon.
VAL RESIA: Pielich, Madrassi, Zanetti (45’st Bonini), Madotto (38’st Collalto), Pusca (26′ Chinese), Tosoni, Madrau, Enrico Micelli (23’st Mattia Bortolotti), Di Lenardo, Tommaso Micelli, Michael Bortolotti (1’st Giovanni Micelli). All. Claudio Fortunato.
ARBITRO: Borsetto di Tolmezzo.
NOTE: ammoniti Madotto e Enrico Micelli.

di MASSIMO DI CENTA

La cura Dante Marcon continua a dare ottimi frutti per la Moggese, che con il neo allenatore in panchina ha ottenuto il terzo successo in tre partite. Particolarmente importante quella ottenuta nel derby contro il Val Resia nella gara che non si era disputato domenica scorsa per il lutto che aveva colpito il giocatore resiano Dereani con la scomparsa del papà. Una gara che i bianconeri hanno controllato fin dalle prime battute, facendosi preferire per intraprendenza e varietà delle manovre. Sospinta dal dinamismo di Matteo Marcon e dalle accelerazioni di Nesina, la squadra di casa ha corso un rischio dopo 9′,quando una conclusione dalla distanza di Tosoni mandava la palla a sbattere sulla parte alta della traversa.

Manuel Nesina (Moggese)

Ma dopo questo espisodio, il Val Resia non era più in grado di produrre pericoli dalle parti di Borgobello, mentre la Moggese cresceva ed al 22′ sbloccava la gara: Nesina parte dalla tre quarti, entra in area, salta Pielich in uscita e da posizione defilata mette in rete. La reazione degli ospiti sta tutta in una botta di destro dal limite di Tommaso Micelli e palla non lontana dall’incrocio alla mezzora, ma due minuti dopo ecco il raddoppio: Revelant riprende una difettosa respinta di Pielich su tiro dal lmite di Matteo Marcon e infila il 2 a 0. Nella ripresa succede ben poco, con i locali che amministrano il doppio vantaggio senza alcun patema e la squadra di Fortunato che proprio non riesce a pungere.

 

 

Commenta con Facebook