IN TERZA SI ACCENDE LA LOTTA PROMOZIONE

di MASSIMO DI CENTA

La seconda domenica di settembre vede il maltempo come protagonista, con una partita sospesa in Seconda e due rinviate in Terza.

In Prima, invece, tutto regolare dal punto di vista della praticabilità dei campi e risultati, tutto sommato nella norma: il Cavazzo va sul velluto ad Amaro, dove cala una cinquina che di certo non fa bene neanche al morale dei padroni di casa che da stasera sono da soli al penultimo posto della classifica. Cinque marcatori diversi per i campioni che viaggiano alla media di quasi 4 gol a partita. Ottima la risposta dei Mobilieri, che tornano dalla temuta trasferta sul campo del Cedarchis con una vittoria netta, condita da quattro reti molto belle in fase di costruzione. Il “Ceda” resta in partita per oltre un’ora di gioco poi deve arrendersi ad un avversario oggettivamente superiore. Nonostante la sconfitta, i giallorossi mantengono il terzo posto, anche se il Villa sale a soli tre punti dal gradino più basso del podio: la squadra di Maisano regola il Real ed acuisce la crisi dei biancorossi, un punto nelle ultime 5 partite, ed una classifica che inizia a farsi un pochino preoccupante anche se il margine sulla terzultima è ancora di 7 punti.

Davide Boreanaz (Ovarese)

Chi è invece ormai invischiato nella lotta salvezza è il Campagnola: la quarta sconfitta consecutiva, maturata sul campo dll’Ovarese, ha fatto precipitare i gemonesi che sono appena tre punti sopra il terzultimo posto: i tre punti, al contrario, sono una boccata d’ossigeno per l’Ovarese di uno scatenato Boreanaz (tripletta per lui). C’è ancora strada da fare per i ragazzi di Beorchia ma questa partita poteva essere la svolta della stagione e nel prossimo turno la trasferta di Imponzo sarà un’latra tappa importante.Continua nel migliore dei modi la “cura Gobbi” in casa della Nuova Osoppo: il successo sull’Arta (ancora Carnir e Granzotti protagonisti) è fondamentale e mette un po’ di patemi ai termali. Cercivento e Pontebbana si spartiscono la posta e il pareggio può essere considerato positivo solo per gli ospiti che mantengono i rivali a meno 5. Il Fusca continua  a racimolare pareggi: nota positiva per gli arancioni è il fatto che stavolta non si sono fatti raggiungere nel finale, ma anzi, il pareggio di Frezza in casa del Trasaghis è arrivato al 90’, nei minuti cioè che spesso hanno regalato beffe ai ragazzi di Brollo.

In Seconda, la capolista Sappada osservava il turno di riposo e la mezza sorpresa di giornata arriva da Illegio: con un gol del solito Falcon, la Folgore batte l’Illegiana e per la prima volta in stagione i neroverdi sono fuori dal podio: importante la riposta degli uomini di Agostinis dopo la scoppola di domenica scorsa, una vittoria insomma che fa bene anche ll’autostima.

Nazzareno Morassi (Paluzza)

Intanto, zitto zitto, il Paluzza è salito al secondo posto solitario: ci pensano i fratelli Zammarchi (tre gol Matteo ed una Luca) a sbrigare la pratica Ardita che nel finale subisce anche il gol dell’interessante Nazzareno Morassi.Torna alla vittoria anche la Velox: i tre punti contro il Timaucleulis erano prevedibili ma nel calcio nulla è scontato … Alle spalle delle cinque di testa ecco il Ravascletto: la vittoria contro il Verzegnis (in vantaggio con Amos Cacitti e poi doppio Vezzi e Barbacetto) porta mattoni importantissimi per la costruzione della salvezza. In attesa del recupero tra Tarvisio e Lauco (fermate dalla pioggia dopo 25’ con le due squadre sull’1 a 1, con la gara che si recupererà mercoledì 11 alle ore 20.45), c’è da registrare il pareggio tra Stella Azzurra e Val del Lago. Un pari che, alla luce della sconfitta del Verzegnis, potrebbe anche essere archiviato positivamente da entrambe.

La classifica della Terza è provvisoria, in quanto bisognerà attendere il recupero tra Ancora e Bordano (si dovrebbe giocare mercoledì 18 alle ore 20.30) e quello tra Val Resia e Comeglians  (fissato per mercoledì 11 alle ore 20.30).

Mattia Concina (Edera)

La cosa certa è che da questo pomeriggio la lotta promozione si arricchisce di due protagoniste: la Moggese, infatti, sbanca il campo della Viola (ancora Revelant e Nesina in grande evidenza) mentre l’Edera supera il San Pietro grazie ai gol di Concina, Cristofoli e Stefano Zatti. Il pareggio che l’Audax ottiene sul campo del Castello (Claudio Coradazzi risponde alla sentenza Basaldella) toglie forse definitivamente ai fornesi le flebili speranze di provare ad inserirsi nella lotta promozione. L’ultima gara in programma, il derby tra Ampezzo e La Delizia, ha visto il successo dei biancazzurri, nei quali spicca Maldera, autore di una doppietta.

(nella foto copertina di Alberto Cella, una fase di Edera – San Pietro)

Commenta con Facebook