Domenica di supersfide in Seconda

di MASSIMO DI CENTA

Potrebbe rivelarsi molto interessante la giornata che ci apprestiamo a seguire, in quanto prevede scontri importanti in tutte le categorie.
In Prima, le prime due della classifica hanno impegni dal grado di difficoltà più o meno uguale: il Cavazzo attende la visita del Cedarchis, mentre i Mobilieri se la dovranno vedere in casa contro il Villa. Cedarchis e Villa sono impegnate nella rincorsa al terzo posto, obiettivo al quale sono molto interessate, anche se resta chiaro che la differenza di motivazioni è evidente tra chi gioca per il titolo e chi per un piazzamento. Negli altri incontri è concentrata in pratica tutta la lotta salvezza: delicatissima la trasferta dell’Amaro sul campo dell’Arta: agli uomini  di Talotti serve solo la vittoria per riprendere un po’ di slancio dopo le ultime prestazioni negative. I termali, dal canto loro, sanno che vincendo potrebbero mettersi in una posizione di sicurezza quasi definitiva. Obiettivo vittoria anche per l’Ovarese sul campo del Real: il periodo di forma della squadra di Ortobelli sembrerebbe alimentare buone speranze per i biancazzurri della Val di Gorto. Il Campagnola, che a forza di perdere è piombato in piena zona retrocessione, sarà impegnato nel confronto interno col Trasaghis, squadra che non ha molto più da chiedere alla stagione. Il classico confronto tra chi gioca per salvarsi e chi può affrontare l’impegno con la mente sgombra da ogni preoccupazione. Il Cercivento, di scena in “Curiedi”, contro il Fusca ha buone possibilità di far punti, anche se la formazione di Brollo, nelle ultime giornate, ha saputo farsi rispettare ben aldilà di quanto dica la classifica. Tutta da seguire anche PontebbanaNuova Osoppo: Gobbi ha riportato punti ed entusiasmo in casa osovana ed un eventuale successo al “Cancianini” sarebbe ulteriore ossigeno, ma i locali sono consapevoli che una sconfitta li farebbe sprofondare verso il basso. Partita, comunque, dal pronostico indecifrabile.

Nicola Giarle, capitano dell’Arta

In Seconda categoria, saranno le sfide incrociate tra le prime quattro a caratterizzare il turno: il Sappada attende un’Illegiana alla disperata ricerca di ritrovarsi. La sconfitta patita sette giorni fa in casa con la Folgore ha relegato i neroverdi fuori dal podio per la prima volta dall’inizio della stagione. Un altro passo falso accenderebbe più di qualche segnale d’allarme, mentre la compagine di Piller sembra viaggiare a mille, forte di un vantaggio sulle inseguitrici che potrebbe venir dilatato proprio dagli scontri diretti alle sue spalle: a Villa, infatti, si gioca la sfida tra  Folgore e Paluzza, un confronto di assoluta importanza. I nerazzurri si sono ritrovati al secondo posto confermando la regolarità della loro stagione, mentre la Folgore procede più a sprazzi, condizionata anche da una serie di defezione che ha costretto Raffaele Agostinis a cambiare troppo spesso formazione. Interessatissima a cosa succederà sui campi di Sappada e Villa è naturalmente la Velox, attesa dalla trasferta in casa della Val del Lago: gli uomini di Biasizzo sono incappati in un periodaccio che li ha portati dal sogno promozione all’incubo retrocessione e la loro necessità di far punti diventa quasi categorica. Punti pesanti in palio anche in VerzegnisTarvisio: i padroni di casa, al terzultimo posto, non hanno alternative alla vittoria, ma si ritroveranno di fronte un Tarvisio galvanizzato dal successo ottenuto sul Lauco nel recupero infrasettimanale.

Emanuele Bearzi dell’Illegiana

La Stella Azzurra, sul campo dell’Ardita, ha i favori del pronostico, ma per la formazione di Forni Avoltri questo potrebbe essere davvero l’ultimo treno per una salvezza che rimane comunque complicata. Questa partita inizierà alle 16.30, per consentire la festa finale e le premiazioni della gara di corsa in montagna “Vertical Chiadin” presso la struttura polifunzionale del centro sportivo. Chiude il programma TimaucleulisRavascletto: i locali, ormai virtualmente retrocessi, rappresentano una grande occasione per il “Rava”, che in caso di vittoria salirebbe a 30 punti, quota che significa salvezza pressoché sicura. Il riposo toccherà al Lauco.

In Terza, il clou andrà in scena a Moggio, dove si sfidano Moggese ed Edera le due squadre che sono perentoriamente rientrate nel giro promozione: pronostico impossibile con leggera preferenza ai bianconeri per il fattore campo.

Alberto Copetti, tecnico della Viola

Trasferta insidiosa per la capolista Ancora sul campo dell’Audax, con i padroni di casa che solo in caso di vittoria potrebbero riavvicinare un pochino le prime per poi giocarsi tutto nel rush finale. Alla squadra di Agostinis potrebbe andar bene anche un pari, in attesa del recupero con il Bordano. Compiti più agevoli sulla carta per le altre pretendenti al salto di categoria: il San Pietro riceverà il Castello, la Viola salirà a Comeglians ed il Val Resia è atteso da La Delizia. In BordanoAmpezzo si giocherà solo per le statistiche.

CLICCA QUI PER IL QUADRO COMPLETO DI PARTITE E ARBITRI

(nella foto copertina il campo di Sappada)

Commenta con Facebook