Il Cavazzo si prende tutto

CAVAZZO – VILLA 2-0

GOL: pt 30′ aut. Moroldo; st 24′ Dionisio.
CAVAZZO: Gressani, Lestuzzi (39’st Cimador), Coradazzi, Canci, Treleani (37’st Marco De Barba), Mainardis,  Burba (45’st Orlando), Cescutti, Dionisio (41’st Sferragatta), Tosoni, Nait (37’pt Marcon). All. Mario Chiementin.
VILLA: Zozzoli, Moroldo, Arcan, Manuel Guariniello, Ortobelli, Sopracase (37’st Cimenti), Pochero (32’st Corva), Domenico Felaco, Tessari, Agostinis (25’st Federico Maisano), Gabriele Guariniello (25’st Battistella). All. Raffaele Maisano.
ARBITRO: Vriz di Tolmezzo (Patat-Lostuzzo).
NOTE: spettatori 150 circa. Ammoniti Agostinis, Arcan, Felaco, Ortobelli e Tosoni. Espulso al 13’st Manuel Guariniello per gioco falloso.

di BRUNO TAVOSANIS

Battendo 2-0 il Villa nella partita disputata questo pomeriggio al campo sportivo di Verzegnis, il Cavazzo si è aggiudicato la supercoppa 2019, piazzando quindi la tripletta stagionale dopo aver conquistato campionato e coppa.

Foto di Alberto Cella

Per i viola si tratta della terza vittoria consecutiva nella manifestazione, a conferma di un dominio che va avanti da un lustro.
Non certo una passeggiata però per i viola, alla 32a vittoria su 35 partite stagionali, con il Villa ben diverso da quello visto nella finale di coppa ad Osoppo e molto più vicino invece a quello che aveva imposto i pari agli avversari nell’ultimo turno di campionato del mese di agosto. Infatti nella prima mezz’ora le occasioni migliori le ha avute proprio la squadra di Maisano (paratona di Gressani e palo di Gabriele Guariniello), poi la sfortuna ci ha messo lo zampino con l’autogol di Moroldo. Il Cavazzo non è stato quello dei tempi migliori, ma ha potuto controllare la partita senza particolari problemi dopo l’espulsione nella fase iniziale della ripresa di Manuel Guariniello, giudicata eccessivamente severa dagli arancioni, ai quali non è piaciuta complessivamente la direzione di gara. La rete del 2-0 di Dionisio non poteva che essere il colpo del ko per il Villa, che comunque può uscire a testa alta dal campo. Il Cavazzo però festeggia nuovamente portando sul campo anche i trofei di campionato e coppa, simbolo di una stagione probabilmente irripetibile.

LA CRONACA 

Al 3′ ci prova Nait, sicuro Zozzoli a terra.

Il capitano del Cavazzo Andrea De Barba premiato dal delegato della FIGC di Tolmezzo Marino Corti

All’8′ Villa vicinissimo al gol con una conclusione di Pochero indirizzata all’angolino; strepitoso Gressani, che si tuffa sulla sua destra e riesce a toccare il pallone quanto basta per metterlo sul fondo.
Al 28′ nuova grande chance per il Villa, con il tiro preciso di Gabriele Guariniello che si stampa sul palo con Gressani impossibilitato ad intervenire.
Alla mezz’ora il vantaggio del Cavazzo sugli sviluppi di una ripartenza, con Burba che trova sul secondo palo Dionisio, il numero 9 mette nel mezzo, la palla sbatte su Moroldo e finisce in rete. Autogol di pura sfortuna per il capitano arancione.
Subito dopo esce per un infortunio muscolare il capocannoniere della Prima Categoria Nait, sostituito da Marcon. 

Nei primi minuti della ripresa succede poco fino all’entrata di Manuel Guariniello su Burba che costa il rosso diretto al difensore arancione, avendo ravvisato l’arbitro la pericolosità dell’intervento.
Al 23′ Tosoni ci prova dal limite, palla a lato non di molto. Va meglio un minuto dopo a Dionisio, che con un diagonale sigla il raddoppio che di fatto chiude la partita. Non a caso non accadrà nulla di rilevante fino al fischio finale. 

Commenta con Facebook