Sappada o Villa nel futuro di Daniele Candido

di BRUNO TAVOSANIS

Il Carnico 2020 dovrebbe essere l’ultimo per Daniele Candido.
Il portierone di Rigolato, nell’ultima stagione al Campagnola, vorrebbe raggiungere l’obiettivo del 35° campionato prima di salutare quel mondo nel quale è stato sempre protagonista.
Candido ha cambiato moltissime squadre negli anni, attratto da nuove esperienze e conoscenze, facendosi ben volere ovunque. Non è un caso se, nonostante si avvii al mezzo secolo di vita (festeggerà i 50 anni ad ottobre), abbia avuto parecchie richieste nelle ultime settimane e mesi. Qualche nome? Bordano, Cedarchis, Moggese, Timaucleulis, San Pietro, Il Castello. In tutti questi casi Candido ha ringraziato per l’interessamento, declinando però l’invito.
Infatti la scelta si è ridotta a due squadre, Sappada (farebbe il vice di Bergagnin) e Villa (sarebbe il terzo alle spalle di Zozzoli e del giovane Benedetti).
Non un ruolo da titolare, quindi: l’intenzione, infatti, è di non avere un impegno troppo pressante, considerando gli impegni di lavoro, il ruolo di amministratore comunale (è vicesindaco di Rigolato) e, last but not least, l’arrivo lo scorso 11 dicembre in casa Candido del piccolo Alessandro.
La decisione arriverà comunque a breve.

Commenta con Facebook