Il Campagnola vince al 91′, rabbia Folgore

FOLGORE-CAMPAGNOLA 2-3

GOL: pt 30′ Iob; st 1′ De Antoni, 11′ Falcon, 30′ Paolucci (rig.), 46′ Zucca.
FOLGORE: Biasinutto, Puppis, Dinota, Matteo De Toni, Cisotti, Ceconi, De Antoni, Denis Moser (24’st Adami), Reputin, Nassivera, Falcon (28’st Conte). All. Francesco Moser.
CAMPAGNOLA: Santuz, Venchiarutti (46’st Machì), Miserini (24’st Baschino), D’Argenio, Zucca, Pignata, Bettio, Londero, Iob (15’st Marko Ilic), Paolucci, Vicenzino. All. Massimo Marangoni.
Arbitro: Tesan di Maniago.
Note: ammoniti D.Moser, Matteo De Toni (dalla panchina), Zucca e Ilic. Espulsi per la Folgore al 38’st Nassivera per doppia ammonizione, al 42′ st Reputin per proteste, Colonna dalla panchina. Angoli 3-2 per la Folgore. Recupero: 1’+ 3′.

di BRUNO TAVOSANIS

VILLA SANTINA Un gol nel recupero consente al Campagnola di vincere in casa della Folgore al termine di una partita che nella seconda parte si è innervosita assai anche a causa delle scelte dell’arbitro Tesan, che ha trovato un pomeriggio davvero storto, in particolare nel finale. Lo testimonia il fatto che il giudizio negativo sulla sua direzione è arrivato non solo dalla Folgore, che nel giro di 4′ si è ritrovata in nove, subendo il gol del 3-2 in doppia inferiorità numerica, ma anche dall’ambiente gemonese. Peccato, perché le premesse per una partita tranquilla c’erano tutte, considerando la posizione in classifica delle due compagini, a metà strada tra la vetta e la coda. Di certo il risultato sta molto stretto alla squadra di Francesco Moser, che ha costruito più opportunità da rete rispetto all’avversaria, dando la sensazione di crederci di più. Resta il fatto che il Campagnola, che propone tanti giocatori di esperienza e con un passato nelle categorie superiori, è stato bravo a sfruttare l’occasione, rialzando subito la testa dopo l’inatteso ko interno con la Velox.

Si inizia sotto una pioggia battente e ovviamente il campo ne risente, con i primi 20′ disputati in condizioni difficili, visto che giocare il pallone era davvero un’impresa. La prima occasione è firmata da Reputin, che ci prova di prima a manda sul fondo. Al 26′ su azione di calcio d’angolo De Toni, dimenticato dalla difesa gemonese, colpisce indisturbato di testa da posizione ottimale, ma non riesce a dare la forza necessaria e Santuz può bloccare. Al 30′ il Campagnola passa alla prima occasione buona: corner dalla destra di Paolucci, Iob da centravanti vero si inserisce sul primo palo e di testa fulmina Biasinutto. Il tempo si chiude con un’altra chance aerea per De Toni, palla non semplice che finisce a lato.

La ripresa comincia con il gol lampo di De Antoni, che servito da Falcon trova con un preciso tiro l’angolino alla destra di Santuz: sono passati esattamente 26 secondi dal fischio d’inizio. Il numero 7 di casa ci riprova dalla grande distanza all’8′, con Santuz che alza il pallone sopra la traversa. All’11’ la Folgore passa meritatamente in vantaggio con Falcon, che ricevuta palla spalle alla porta, riesce a girarsi e battere a rete, il pallone viene deviato da un difensore ospite rendendo impossibile l’intervento per Santuz. Il Campagnola fa fatica a rendersi pericoloso, ma ancora una volta il trentesimo minuto è benevolo: punizione dalla tre quarti di Paolucci (contestata dalla Folgore), palla nel mezzo dell’area per Vicenzino, che colpisce di testa mandando alto un istante prima di ricevere un pugno sul collo da Biasinutto (che ovviamente voleva colpire la palla). Il nostro grande fotografo Alberto Cella ha ripreso perfettamente l’attimo dell’impatto, come si vede nell’immagine di copertina. L’arbitro assegna il rigore e Paolucci dal dischetto non sbaglia, firmando il pari. Da questo momento la partita si innervosisce e Tesan va in confusione, azzeccandone poche: così al 35′ Nassivera e Marko Ilic hanno un incontro ravvicinato non amichevole e l’arbitro ammonisce entrambi, 3′ dopo Nassivera riceve un altro giallo e la Folgore resta in 10. Passano altri 4′ e Reputin prova a ripartire, ma viene fermato con un chiaro fallo, probabilmente anche due: per Tesan, però, è tutto regolare. Passa qualche secondo, l’ex Velox dice una parolina di troppo all’arbitro, che si gira e gli sventola in faccia il cartellino rosso. Folgore in 9, quindi, per gli ultimi sei minuti, recupero compreso. Al 45′ altre proteste di casa per un fallo fischiato a favore del Campagnola sulla tre quarti (per i locali c’era stato in precedenza un fallo di mano gemonese): batte Paolucci e Biasinutto è bravo a deviare. Dal conseguente angolo la palla arriva al difensore centrale Zucca, che con un colpo di nuca a due passi dalla porta mette dentro, per il definitivo 3-2. Al fischio finale qualche momento di tensione in campo e al di fuori degli spogliatoi, risolto fortunatamente senza conseguenze.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Instagram

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 202220212019 Altre edizioni
Albo d’oro