di Massimo Di Centa - venerdì 10 novembre 2017 [Carnico]

Una promozione preventivabile, ma non scontatissima,quella dell’ Illegiana nel senso che i neroverdi se la sono sudata sul campo, superando anche i momenti difficili che ogni stagione comporta. Un doppio salto dalla Terza alla Prima che non regala magari i fasti degli anni Novanta ma che premia una società ed un ambiente tra i più caldi e appassionati del Carnico. 

MICHELE BUTTAZZONI da due anni a Illegio, garantisce sempre un rendimento costante. portiere dalla non grande stazza ma reattivo tra i pali.

TARCISIO IOB  intramontabile, quando chiamato in causa è sempre determinante vedi rigore parato al 90’ all’ultima di andata contro la Folgore, un esempio per tutti

STEFANO CACITTI difensore duttile fa sempre il suo compito, all’inizio di campionato ha un po’ faticato poi è andato in crescendo, può migliorare ancora molto.

KEVIN IOB giocatore dalle grandi qualità fisiche, se avesse qualche cm in più potrebbe giocare in altre categorie, ha fatto un grandissimo campionato costante nel rendimento dalla prima all’ultima di campionato

FADI PELLIZZARI tecnica ed esperienza al servizio della squadra ha fatto da guida al reparto arretrato, condizionato nell’ultima parte di stagione da infortuni.

GIULIO POLO quando chiamato in causa ha sempre risposto in maniera positiva, costante nel rendimento.

MAURO SCARSINI quest’anno ha giocato poco ma quando l’ha fatto ha sempre dato il suo contributo figura importante all’interno del gruppo

ALEX VISENTIN utilissimo, quando è stato chiamato a dare il suo apporto è sempre stato uno dei migliori, grande senso tattico

MATTEO ADAMI laterale dalla grande corsa che gioca con entrambi i piedi, deve migliorare in fase difensiva, ha fatto una grande prima parte di campionato risolvendo anche qualche partita.

ADO AGOSTINIS il capitano, giocatore di altra categoria, è la guida della squadra un piacere vederlo giocare. Ma l’aspetto più importante è il co,portamento, l’esempio, l’attaccamento alla maglia diventata ormai una seconda  pelle

CRISTIANO IOB giocatore che dove lo metti fai il suo con un rendimento sempre ampiamente positivo. Il classico elemento che fa le fortune di allenatore e compagni.

GIUSEPPE MARCUZZI centrocampista o difensore sempre al servizio della squadra  purtroppo ha perso l’ultima parte del campionato per infortunio.

MICHELE ROMANO giocatore dalla buona tecnica, bravissimo negli inserimenti con o senza palla. Ha iniziato il campionato non ai suoi livelli poi nella seconda parte della stagione è stato uno dei trascinatori.

NICOLA MISSON giocatore dalla buona tecnica , non ha giocato molto ma quando l’ha fatto ha sempre dato il suo contributo.

MATTEO IOB attaccante dotato di velocità e tecnica,freddo davanti alla porta, ha fatto un gran girone di andata poi è un po’ calato, può crescere ancora molto e diventare ancora più forte.

ALESSANDRO MICELLI giocatore dalle grandi qualità tecniche ha alternato grandi partite ad altre non ai suoi livelli, può e deve fare di più per diventare determinante per la squadra.

COSTANTINO SCARSINI il punto di riferimento per l’attacco, fa sempre un grandissimo movimento in partita e questo purtroppo qualche volta gli fa peccare di lucidità davanti alla porta ,

LORENZO CATTAINO “Torpe” non ha giocato molto, ma determinante per la promozione, vedi gli ultimi minuti contro l’Edera quando con il suo ingresso a contribuito in maniera determinante a ribaltare il risultato. Uomo spogliatoio.

JACOPO SCARSINI  ha giocato poco, comunque encomiabile il suo impegno, importantissimo dentro e fuori lo spogliatoio. Sfortunato, ha subito un brutto infortunio all’ultima partita di campionato.

LUCA SCARSINI Il futuro dell’Illegiana: ha finito il campionato in crescendo. Laterale dalla grande corsa e buona tecnica.

LUCA AGOSTINIS Il fratello di Ado: se il capitano ha una grandissima tecnica, lui fa della forza fisica e della determinazione la sua peculiarità.  Quando è stato chiamato è sempre stato utilissimo.

FRANCESCO PAVIN e MARIO TOMACIELLO non hanno quasi mai giocato, però sono sempre stati presenti quando gli impegni professionali gliel’hanno permesso.

MAURIZIO COLOSETTI le tante promozioni conquistate da giocatore con l’Edera lo hanno abituato evidentemente a saper gestire tensioni e difficoltà. Due promozioni in due anni sono la testimonianza lampante della bontà del suo lavoro. Sta crescendo, insomma, il buon “Mauri” che ha tutte le caratteristiche per diventare un bravissimo allenatore.


Lascia un commento



* campi obbligatori


Campionato Amatori Settore Giovanile Terzo Tempo A tutto carnico

Per la tua pubblicità

Ufficio Pubblicità
Telefono: +39 0433 40690
Email: spot@rsn.it

Edizioni precedenti

Radio Studio Nord