IO PROPRIO IO: ALBERTO RAINIS

NOME: Alberto

COGNOME: Rainis

ETÀ: 27

VIVO A: Amaro

SQUADRA: Amaro

RUOLO: difensore centrale/terzino

ESORDIO NEL CARNICO: dopo aver giocato tutte le giovanili nel Cavazzo (questo perché Amaro e Cavazzo collaborano per il settore giovanile), nel 2009 sono stato contattato da Moroldo, ds della squadra del mio paese, e alla proposta di provare un anno ho accettato volentieri. Con mister Frassinelli ho esordito solo in Coppa Carnia in Ovarese-Amaro finita 4-1, dove ho giocato solo alcuni minuti nel secondo tempo. Quando poi è subentrato Spiluttini alla guida della squadra ho fatto il mio esordio in campionato, il 12 luglio in Ardita-Amaro, finita  0-2 con assist per il secondo gol siglato da Michele Puntel. 

MAGLIE INDOSSATE: giovanili del Cavazzo, Amaro e, nella pausa invernale, Ancona 2 negli Amatori.

TROFEI CONQUISTATI: due promozioni dalla Terza alla Seconda (2010-2014) e una promozione dalla Seconda alla Prima (2018).

LA PARTITA DA RICORDARE: sicuramente Verzegnis-Amaro del 2011, finita 0-3. Eravamo in piena lotta salvezza e giocavamo con una delle squadre più forti del campionato. Ho segnato il primo gol e sono andato a esultare da mister Spiluttini!

IL COMPAGNO PIÙ FORTE: ne cito tre, uno per periodo. Parto dai primi anni e dico Marsilio Vidoni: nonostante fosse a fine carriera, è sempre stato un gran giocatore e un osso duro come si è visto allo spareggio Ardita-Amaro del 2010. Attualmente Danilo Bisconti, giocatore forte tecnicamente, capace di giocare in ogni ruolo, ma soprattutto grande persona. Infine, per il futuro, dico Riccardo Costantinis: figlio di Claudio (bomber dell’Amaro vincitore degli scudetti ’90 e ’91), ha un potenziale enorme e tecnicamente è giocatore di altra categoria. Da lui mi aspetto grandi cose.

L’AVVERSARIO PIÙ TEMIBILE: da difensore direi Mirco Burba. Quando ci siamo trovati, all’epoca giocava nell’Ampezzo, è stata veramente dura.

IL MIGLIOR ALLENATORE: senza togliere niente agli altri, Maurizio Talotti. Credo che tatticamente sia uno dei mister più preparati del Carnico.

L’AMICO DEL CUORE: anche se non sarebbe giusto fare nomi, avendo conosciuto tante grandi belle persone, dico Manuel Fachin. Siamo entrambi ad Amaro da tanti anni e posso dire che è sempre stato presente.

IL CAMPO PIÙ BELLO: quello di Imponzo, ma per il chiosco dico Amaro!

PER ME IL CARNICO È: un grande campionato, qui ho conosciuto tante persone in gamba. Farei fatica a stare senza. 

IL SACRIFICIO PIÙ GRANDE FATTO PER IL CARNICO: qualche giorno di ferie perso, ma sono cose da niente. Ad Amaro mi sono sempre divertito e questo è ciò che conta.

QUANDO SMETTO DI GIOCARE FARÒ: sinceramente ancora non ci avevo pensato. Direi che se posso aiuterò la mia squadra come dirigente e spero che in futuro si possa rifare il settore giovanile.

TIFO PER: tifavo Udinese, ma sinceramente non seguo più il calcio in televisione, perché ormai sono solo soldi. Decisamente meglio una partita del Carnico!

GIOCATORE ATTUALE PREFERITO: Mario Mandzukic, un lottatore che non molla mai.

L’IDOLO D’INFANZIA: Martin Jorgensen.

L’ALLENATORE PIÙ GRANDE: Francesco Guidolin, per tutto quanto fatto a Udine.

Commenta con Facebook
Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Subtitle

instagram

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it T +39 0433 40690
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni