IVANO GRESSANI: «A PAULARO SIAMO STRANI? NO, SEMPLICEMENTE GENUINI»

«Speriamo di continuare il discorso intrapreso lo scorso anno!». Esordisce così Ivano Gressani, tecnico di quella Velox che lo scorso anno si rese protagonista di una falsa partenza che finì col compromettere il resto della stagione.

Una squadra autoctona la Velox, tutta “made in Paularo”.
«Abbiamo cercato negli ultimi anni di valorizzare l’impegno profuso nel settore giovanile: siamo una comunità in cui i numeri ci sono e le risorse umane non mancano, quindi, perché cercare altrove quello che già abbiamo?».

Anche quest’anno, tranne uno, i nuovi sono tutti di Paularo.
«Sì, l’unico “straniero” è Stefano Marsilio, un ’90 di Sutrio,  lo scorso anno in forza al Ravascletto. Per il resto, tanti ritorni: Alessio Brovedani, fermo per un infortunio ma sulla via del pieno recupero, iniziato alla fine della scorsa stagione quando l’ho convocato per le ultime partite. Poi, Stefano Dereani, un classe 2001, prestato al Cavazzo nella passata stagione, da non confondere con l’altro Stefano Dereani, che di anni ne ha qualcuno in più ma è sempre uno dei nostri punti di forza. Dal Tolmezzo, dove ha disputato un anno con la juniores, è tornato anche Giosuè Veritti. Sempre col Tolmezzo poi abbiamo perfezionato l’acquisizione definitiva di Marco Maggio. Mi piace poi sottolineare la nuova avventura in maglia gialloblu di Thomas Cella, che dopo alcune stagioni lontano da Paularo è tornato per darci una mano. C’era stato qualche problema con lui, dopo un Velox-Audax di due campionati fa: da questi parti, dicono, siamo un po’ strani e invece dico che siamo genuini, schietti, senza peli sulla lingua e quindi è possibile che tra Thomas e qualche ragazzo del paese siano volate anche parole grosse. L’importante però è che ora sia tornato con noi, il resto è acqua passata. Da non sottovalutare infine il contributo che ci daranno alcuni ragazzi pescati negli Allievi».

Partenze?
«Paolo Puntel e Mario Di Gleria, che hanno preferito scegliere un’altra strada e sono stati giustamente accontentati».

I numeri ci sono insomma?
«Ho una rosa molto ampia, che mi garantisce addirittura due giocatori per ruolo. E sono tutti giocatori dello stesso livello, per cui la competizione interna per giocarsi il posto da titolare non farà altro che mantenere alto il livello di concentrazione ed impegno, il massimo per un allenatore!».

Da esperto di Carnico quale sei, che ruolo potrà recitare la Velox?
«Intanto pensiamo a salvarci. La politica dei piccoli passi e dell’umiltà, alla fine, è quella che paga di più. Se riusciremo a dare continuità a quanto fatto nel 2018, gli obiettivi potranno essere anche diversi. Dobbiamo crederci e provarci, senza perdere il senso della misura, ma anche con la consapevolezza dei nostri mezzi. Chiaro, poi, che per vincere o arrivare tra le prime tre serviranno anche altri fattori che fanno parte del gioco, quel pizzico di fortuna, l’assenza di infortuni gravi e via dicendo».

E Ivano Gressani che dote porta alla Velox?
«La mia esperienza di Carnico, ma poi anche la serietà e l’impegno che mi sento fin da ora di poter assicurare. I miei giocatori però devono sapere che pretendo di essere ripagato con la stessa moneta. Da un punto di vista tattico, dovrò cercare innanzitutto di sistemare la fase difensiva che nella scorsa stagione ci ha spesso penalizzato in certe occasioni. Regolata quella, avremo già fatto un buon lavoro perché poi davanti abbiamo diverse soluzioni per fare gol».

Dall’esterno date l’impressione della grande famiglia…
«E in effetti lo siamo. Passiamo, come detto, per gente particolare, a volte strana, ma vi assicuro che ai “Saletti” l’ambiente è tranquillo e a tutti sta a cuore la squadra, che mai, credo, come in questi ultimi anni, si è identificata col paese. Un mix perfetto, insomma, per provare a sognare in grande».

Commenta con Facebook

1 Comment

  • Posted 22 Marzo 2019 20:57 0Likes
    by Cristy

    Un mister ma sopratutto un uomo che ho apprezzato fuori e dentro il campo.persona alla mano e molto bella da vivere …il Paularo squadra tosta e compatta ..che io stessa ho amato e odiato..ma conoscendoli…ho scoperto un gruppo bello da vivere ..in campo avversari tosti che nn mollano mai..ma che nel chiosco festaioli.. Buon campionato ragazzi

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2019 2018 2017 Altre edizioni