IO PROPRIO IO: FEDERICO COMESSATTI

Oggi con la nostra rubrica andiamo in Val Tagliamento per conoscere meglio il centrocampista de La Delizia.

NOME: Federico

COGNOME: Comessatti

ETÀ:
25

VIVO A:
Socchieve

SQUADRA: La Delizia

RUOLO: centrocampista

ESORDIO NEL CARNICO: premettendo che non ricordo se con l’Edera ho debuttato in prima squadra o meno, nel 2012 sono approdato nella Delizia e se ricordo bene sono entrato in campo alla seconda di campionato in un derby, vinto, contro l’Ampezzo.

MAGLIE INDOSSATE:
nel settore giovanile Cavazzo, Villa e Verzegnis, poi Edera e La Delizia.

TROFEI CONQUISTATI: nessuno.

LA PARTITA DA RICORDARE
: quella contro la Velox nel 2015. vincemmo 4-1 e io segnai il mio primo gol nel Carnico, quello del momentaneo 2-0. E poi l’ultima partita del 2013: a promozione in Seconda già acquisita, battemmo il Tarvisio sempre per 4-1 e chiudemmo al secondo posto, superando l’Edera che riposava. Una soddisfazione in più in una bellissima annata.

IL COMPAGNO PIÙ FORTE:
ce ne sono tanti, mi vengono in mente Eros Londero, Manuel Spangaro, il portierone Alessandro Bortoluz, il bomber Christian Fachin che l’anno scorso ha fatto impazzire le difese avversarie e al quale faccio l’in bocca al lupo per la nuova avventura con la Nuova Osoppo. Voglio citare anche Maicol Dorigo, amico d’infanzia e neo capitano della Delizia, semplicemente di un’altra categoria.

L’AVVERSARIO PIÙ TEMIBILE
: non un giocatore ma una squadra, ovvero l’Edera, perché il derby è sempre qualcosa di particolare.

IL MIGLIOR ALLENATORE: Ivano Screm, che ho avuto negli Allievi del Cavazzo, una grandissima persona.

L’AMICO DEL CUORE:
sempre Maicol Dorigo, amici d’infanzia sia a scuola che sul campo con i Pulcini della Delizia. Poi lui è andato a Tolmezzo e io all’Edera, ma ci siamo ritrovati successivamente proprio all’Edera, quindi al Villa e ora nella squadra del nostro paese.

IL CAMPO PIÙ BELLO
: la risposta è scontata, Priuso! E non vediamo l’ora di tornare a giocarci, visto che l’anno scorso erano in corso i lavori riguardanti i nuovi spogliatoi.

PER ME IL CARNICO È: un divertimento, uno svago dal lavoro, lo stare assieme agli amici, una passione. Vedere la gente che tifa per la squadra del paese è bellissimo, si è tutti uniti. Il Carnico è una perla che tanti ci invidiano.

IL SACRIFICIO PIÙ GRANDE FATTO PER IL CARNICO: mai fatto sacrifici, quando si prende un impegno va rispettato.

QUANDO SMETTO DI GIOCARE FARÒ
: non lo so, ho 25 anni, ho tempo per pensarci.

TIFO PER
: Juventus.

GIOCATORE ATTUALE PREFERITO: Iniesta, vederlo giocare assieme a Xavi e Busquets era una gioia per gli occhi. Tra i giovani mi piace molto De Jong, giocatore dell’Ajax già acquistato dal Barcellona.

L’IDOLO D’INFANZIA:
per uno juventino l’idolo è sempre e solo uno, Alex Del Piero.

L’ALLENATORE PIÙ GRANDE
: mi verrebbe da dire Sacchi, il suo Milan era impressionante. Ma anche Ancelotti non scherza, perché è stato in grado di vincere ovunque.

Commenta con Facebook
Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Subtitle

instagram

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it T +39 0433 40690
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016