IN REAL-CAVAZZO CI SI GIOCA IL PRIMATO

Sabato 15 giugno alle 17.30 si torna in campo per la nona giornata in Prima e Seconda categoria e la settima per la Terza. Prosegue a ritmo incalzante, insomma, il Carnico e naturalmente ogni squadra dovrà fare i conti con squalifiche, assenze, infortuni e acciacchi vari.

Simon Concina (Real)

La Prima categoria propone un RealCavazzo che in pochi avrebbero pronosticato come scontro al vertice a inizio torneo. Non tanto per i campioni, che in fondo sono dove dovevano essere, quanto per la formazione di Ortobelli che a furia di correre per arrivare a quella salvezza che si erano proposti come obiettivo a Imponzo e Cadunea sta correndo… come il Cavazzo. Il pronostico, in questi casi, è davvero difficile, perché se è vero che i viola hanno una cifra tecnica superiore, è anche vero che l’impianto di gioco e l’identità tattica dei biancorossi è un fattore così importante da poter ridurre un gap che sembrava incolmabile. Tutto può succedere, insomma.

Interessati alla sfida del “Pittoni” sono naturalmente i Mobilieri: da quando è esplosa la vicenda Buzzi (va? resta?) i “belli gialli” non perdono un colpo. Il turno prevede un avversario da prendere con le molle: l’Amaro è una neo promossa, ma ha dimostrato col passare delle giornate di acquisire sempre più confidenza con la categoria, soprattutto per come sa stare in campo.
Dietro le prime tre ci sono
Cedarchis e Campagnola, che al “Goi” daranno vita ad uno scontro carico di glorie passate e qualche attuale prospettiva. Sfida condizionate da molte assenze da ambo le parti ma pur sempre ricca di fascino.

Marco Burba (Nuova Osoppo)

Altro match da seguire con molto interesse è quello di “Curiedi”, derby di un arancione piuttosto sbiadito in questo periodo. Fusca e Villa cercheranno di riassaporare il gusto di una vittoria che manca da troppo tempo, esattamente dal 15 maggio per gli uomini di Brollo e dal 19 dello stesso mese per quelli di Maisano.
Allo “Zuliani” di
Arta, i termali cercano contro un Trasaghis fin qui troppo altalenante i tre punti per allontanare ancora di più la zona salvezza, ma i biancoverdi vorranno di sicuro riprendesi dopo l’incredibile sconfitta patita col Campagnola martedì sera.
Il
Cercivento debordante visto contro il Fusca nel turno infrasettimanale va in casa della Nuova Osoppo con l’intenzione di non tornare a casa a mani vuote, ben sapendo però che la compagine di Peirano, sul suo campo, ha sempre fornito prove incoraggianti, aldilà del risultato finale.
PontebbanaOvarese, infine, è una delle ultime occasioni per la formazione di Beorchia per dare la svolta d una stagione fin qui deludente e caratterizzata da un’enorme dose di sfortuna: cercare punti al “Cancianini”, però, tutto è fuorché una passeggiata.

In Seconda, la Folgore ha la grande opportunità di portarsi in testa da sola, visto il turno di riposo dell’altra capolista Illegiana. I rossi di Invillino attendono la visita della Stella Azzurra e lo spauracchio Daniele Iob di certo agiterà i sogni dei difensori di Agostinis, che sa di dover affrontare una partita non semplice, anche per le molte defezioni tra i suoi.

Daniele Quattrini (Val del Lago)

Gara non semplice anche per il Sappada, che riceve il Paluzza: i nerazzurri sanno essere spesso imprevedibili per la qualità dei propri attaccanti. Renzo Piller si augura che la mente dei propri avversari sia distratta dal quarto di Coppa che li attende mercoledì prossimo a Villa.
Il
Tarvisio, in casa del Timaucleulis, va a caccia di una vittoria che lo proietterebbe verso i piani alti della classifica, ma i biancazzurri hanno estremo bisogno di punti salvezza e sul proprio campo sanno sempre farsi rispettare.
Lo stesso bisogno di punti ha l’
Ardita, che però dovrà fari i conti con una Velox che vuole superare la crisi. Il capitano dei gialloblu, Emanuele Ferigo sui social ha postato che la sua squadra non è in crisi e gli crediamo, ma certo tre ko di fila confermano quanto meno una crisi di risultati.
La
Val del Lago attende la visita del Ravascletto con il duplice intento di continuare a scalare la classifica e vendicare la sconfitta patita in Coppa contro la formazione di De Franceschi, caricata dal successo ottenuto martedì sera col Timaucleulis.
Punti salvezza in palio anche in
VerzegnisLauco, due squadre che fin qui si sono dimostrate piuttosto incostanti.

Roberto Linossi (Moggese)

In Terza, la capolista Ancora ha tutti i favori dalla sua parte nello scontro casalingo con un’Audax che ha ottenuto domenica scorsa i suoi primi tre punti. I ragazzi di Silvano Agostinis, insomma, dovrebbero poter conservare il primo posto solitario, attendendo magari, per allungare, buone notizie da Gemona (dove il San Pietro va a rendere visita al Castello) e da Resia, che in casa con La Delizia, però, vuole confermare il suo ottimo stato di forma.
La
Moggese, ad Enemonzo contro l’Edera, è chiamata a riscattare qualche prova incerta degli ultimi tempi, mentre la Viola (nell’anticipo di venerdì alle 20.30) non dovrebbe fallire i tre punti nel match interno con il Comeglians.
Chiude il programma la partita di
Ampezzo, dove sale il Bordano.

CLICCA QUI PER IL QUADRO COMPLETO DI PARTITE E ARBITRI

(nella foto di copertina il Cavazzo)

Commenta con Facebook
Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Subtitle

instagram

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: carnico@rsn.it T +39 0433 40690
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2018 2017 2016 Altre edizioni