ILLEGIANA SENZA PIETÁ A TIMAU

TIMAUCLEULIS – ILLEGIANA 0-6

GOL: pt 39’ Matteo Iob; st 11’ Bearzi, 21’ Matteo Iob (rig.), 33’ Matteo Iob, 40’ Gabriele Candoni, 44’ Mauro Scarsini.

TIMAUCLEULIS: Di Fant, Concina, Gabriele Primus, Giacomo Matiz, Bellina, Englaro (20’ st Moccia), Giuliano Candoni, Eric Mentil (25’ pt Di Monte), Puntel, Daniel Mentil, Esposito. All. G. Di Bello.

ILLEGIANA: Fedele, Stefano Cacitti, Adami, Luca Agostinis (25’ st Mauro Scarsini), Cristiano Iob, Fabio Cacitti, Matteo Iob, Grassi (30’ st Romano), Costantino Scarsini (24’ st Persiani), Bearzi (33’ st Gabriele Candoni), Marcuzzi (28’ st  Molin). All. M. Colosetti.

ARBITRO: Pugnetti di Tolmezzo.

NOTE: espulsi Giacomo Matiz (20’ st per gioco violento) e  Puntel (26’st per doppia ammonizione).

di MASSIMO DI CENTA

Vittoria senza discussioni quella che l’Illegiana, nel pieno rispetto del pronostico, ottine sul campo del Timaucleulis, ultimo in classifica, rispondendo al blitz della Folgore che qualche ora prima, vincendo sul campo di Forni Avoltri, gaudagna la testa della classifica, in attesa del risultato del Sappada che scenderà in campo domani. Il Timaucleulis, invece, sprofonda sempre di più verso la Terza.

Matteo Iob (Illegiana)

La squadra di Colosetti inizia in maniera piuttosto svogliata ed infatti impiega quasi un tempo prima di sbloccare il risultato con Matteo Iob che al 39’ infila su punizione dal limite il gol del vantaggio. Nei minuti precedenti, erano stati i neroverdi a gestire il gioco, senza mai trovare però il guizzo giusto: l’imprecisione di Costantino Scarsini e Matteo Iob al momento di concludere, qualche buon intervento di Di Fant e troppa leziosità nella manovra illegiana avevano permesso ai padroni di casa di mantenere in bilico almeno il risultato. Una richiesta di rigore per parte (un mani di Fabio Cacitti in un’area ed un intervento più che sospetto su Bearzi nell’altra) avevano caratterizzato un primo tempo non certo memorabile.

Poi è chiaro che una volta sbloccato il risultato, in questo tipo di partite, il più era fatto. Ed infatti, nel secondo tempo, l’Illegaina è andata sul velluto. Il Timaucleulis aveva iniziato la ripresa con più coraggio, ma dopo 11’ un assolo di Bearzi (fuga sulla sinistra e conclusione in diagonale sul secondo palo) aveva il sapore di una sentenza. Sentenza che diventava definitiva al 21’, quando Giacomo Matiz e Matteo Iob si strattonavano all’interno dell’area di rigore: il capitano timavese, nel tentativo di divincolarsi, colpiva l’avversario con una manata e Pugnetti assegnava il rigore ed espelleva Matiz. Lo stesso Matteo Iob, dal dischetto, calava il tris.

Matteo Iob dal dischetto firma il 3 a 0

Partita strachiusa, anche perché nel frattempo (correva il 26’) Alex Puntel rimediva il secondo giallo per la doccia anticipata. Al 33’ Matteo Iob proseguiva il suo show sui calci da fermo infilando, sempre dal limite, l’incolpevole Di Fant. Nella consueta sarabanda di cambi entravano anche Gabriele Candoni e Mauro Scarsini. Ed erano proprio loro, rispettivamente al 40’ ed al 44’ a dare al risultato una consistenza più da Wimbledon che da Emidio Mentil … Due conclusioni da fuori (dal limite quella di Candoni, da una trentina di metri quella di Mauro Scarsini) sancivano il finale.

(nella foto di copertina una fase del match)

Commenta con Facebook