Il Timaucleulis in pressing su Claudio Bellina

di MASSIMO DI CENTA

C’erano molti dubbi sulla partecipazione del Timaucleulis al prossimo campionato, dubbi risolti con una riunione svoltasi nei giorni immediatamente successivi al Natale, nella quale è stato deciso che i “caprioli” ci saranno.

La situazione non si presenta semplice, ma i personaggi storici della società si sono detti pronti ad affrontare tutte le difficoltà.

Il primo problema da affrontare è quello relativo all’allenatore: il primo nome scelto è quello di Claudio Bellina, nella cui figura la dirigenza ha individuato il profilo ideale per senso di appartenenza e questioni affettive. Il tecnico, fermo dopo l’esperienza al Ravascletto, non ha ancora espresso il suo assenso, ma la vecchia guardia dei biancazzurri (guidata da Giacomo Matiz, di ritorno dal prestito sempre al Ravascletto nella scorsa Coppa) farà di tutto per convincerlo.

Sul fronte giocatori, quasi tutti hanno deciso di rimanere ed a questi andranno aggiunti alcuni ragazzi provenienti dai Mobilieri, con i quali la società timavese sta perfezionando un accordo di collaborazione, imperniato proprio sulla valorizzazione dei prospetti del settore giovanile sutriese.