CARO BEDI, I CARNICI NON SONO TUTTI COSI’

 
 
 

Jean Claude Bedi

Come ormai sapete, abbiamo deciso di cestinare commenti non firmati (o che perlomeno non riportino nome oppure nickname); infatti alcune note giunte oggi hanno fatto la giusta fine. Però queste parole meritano di essere comunque pubblicate con grande evidenza, anche perché conosciamo il mittente (una persona di Verzegnis). Ed episodi di questo tipo non smetteremo mai di denunciarli.

Ieri ho assisistito all’incontro di calcio Illegiana–Verzegnis (deludente e noiosa prestazione di entrambe le squadre, questo si chiama non calcio), ma alla fine meritatamente vinto dall’Illegiana.
Devo segnalare un episodio ignobile ma purtroppo frequente. Nelle fila dell’Illegiana gioca Bedi Jean Claude, ieri sicuramente il migliore in campo per impegno, fantasia calcistica, spunti deliziosi ed altro.
Ad un certo punto,un sostenitore del Verzegnis, peraltro genitore di un calciatore che milita nell’omonima squadra, ha inveito contro Bedi con frasi tipo” cosa credi di essere in Congo” piuttosto che “dai una pidada tai…. a chel neri”. Vergogna, vergogna, vergogna. Mi scuso io personalmente con Bedi. Credimi, caro Bedi, i Carnici non sono tutti così. Spero solo che episodi così odiosi nei tuoi confronti non si ripetano più. Con i migliori auguri di ogni bene. Mandi.

51 Comments

  • Posted 13 Giugno 2011 16:14 0Likes
    by Danilo

    non ci si annoia mai con ‘Gianni Claudio’ in campo!
    ..numeri sempre garantiti

  • Posted 13 Giugno 2011 16:55 0Likes
    by Jacopo Scarsini

    Ciao ragazzi,sono un giocatore del Dieç perciò compagno di squadra del caro amico Jean. Voglio solo dire che è un ragazzo d’oro! Credo,e non solo io, che sia un giocatore formidabile sotto ogni aspetto calcistico! Di gente IGNORANTE è pieno il mondo purtroppo! Come ultima cosa, forza Illegiana! 🙂

  • Posted 13 Giugno 2011 17:05 0Likes
    by loris di giorgio

    Purtroppo, la mamma degli imbecilli è sempre incinta!! Propongo al tifoso, se così posiamo definirlo, del Verzegnis un viaggetto con me in Africa!! Pago io!!!!! ma solo biglietto d’andata.

  • Posted 13 Giugno 2011 17:06 0Likes
    by Gianluca Gaspari

    Purtroppo l’uomo nero fa spesso più paura agli adulti che non ai bambini. E’ un fatto culturale, nel senso che quando la cultura manca, emerge la stupidità umana. Ringraziamo anche i politici che invece di elevare le masse al loro livello, spesso abbassano i toni della discussione politica a dei livelli che neanche nelle peggiori osterie (cielodurismo e altri deliri di vario genere).
    Purtroppo a quella partita ci saranno stati anche dei bambini, che ora penseranno sia lecito mancare di rispetto alle persone di colore solo perchè di colore. Che poi, diciamocelo, è tutta invidia del pene…

  • Posted 13 Giugno 2011 17:07 0Likes
    by Ivan

    Ho avuto la fortuna di allenare Jean per qualche mese sperando che si tesserasse con noi, non c’entra dove e quando. Tengo a precisare che si tratta di un calciatore bravissimo, di classe e fantasia; non è importantissimo essere bravi calciatori, ne convengo. Vi dico allora che si tratta di una persona splendida per moralità, intelligenza e disponibilità, due spanne sopra a chi dice una cosa del genere spinto da ignoranza e statura piccola.

  • Posted 13 Giugno 2011 19:31 0Likes
    by Nicola Urban

    ciao a tutti.. io sono un giocatore del verzegnis e naturalmente ero presente alla partita in questione.. mi dispiace molto per quello che è stato detto da questo sostenitore della mia squadra e ci terrei a porre a mio nome ma credo anche a nome del verzegnis le scuse a Bedi Jean Claude perché certi episodi al giorno d’oggi non dovrebbero accadere…

  • Posted 13 Giugno 2011 19:57 0Likes
    by Tobias Fior

    Io sono di Verzegnis, ma questi episodi mi fanno star male solo a leggerli, specie se quel “tifoso” sia del mio paese. Mi dispiace tantissimo di questo. Propongo di fare nome e cognome di questo personaggio direi oltremodo vergognoso. Non è giusto che rimanga nell’anonimato, salti fuori il nome e lo si metta alla pubblica gogna.

  • Posted 13 Giugno 2011 21:14 0Likes
    by Alessandro Copetti

    Se – come dite voi – conoscete nome e cognome di questo sostenitore imbecille…perche’ non l’avete ancora denunciato all’autorita’ giudiziaria?!? Qui in Gran Bretagna l’abuso razziale e’ un reato…immagino lo sia anche in Italia…o il Cavaliere tra i tanti altri reati ha depenalizzato anche il razzismo?!!? Episodi del genere non si possono lasciar correre…delle disgraziate gesta di cretini del genere va fatto un esempio per tutti gli altri!!!

  • Posted 13 Giugno 2011 21:37 0Likes
    by Matteo Senatore

    Ciao a tutti, sono Matteo gioco nel Verzegnis, domenica non ero presente alla partita ma mi sento in dovere di associarmi al mio compagno Urban nel chiedere scusa a Bedi..
    Mandi e Buon Carnico a tutti e…. FORZA VERZEGNIS!!!

  • Posted 13 Giugno 2011 21:38 0Likes
    by Lenny Zanier

    …la risposta migliore, Bedi l’ha data sul campo, con il gol partita…

  • Posted 13 Giugno 2011 21:46 0Likes
    by loris missana

    La confusione mentale che regna nell’idiozia del cretino di Verzegnis è eccelsa, senza ombra di dubbio.
    Ritengo che sia compito della dirigenza della squadra del lago stanare il macaco ed evitare che lui possa continuare a palesare simili deficienze mentali, sperando non sia padre di famiglia…
    Maman

  • Posted 13 Giugno 2011 22:20 0Likes
    by Tita De Stalis

    In tema di arbitri :
    Anche nella partita con il Rapid, il Ravascletto è stato vittima di un errore arbitrale.
    A fine partita mi sono portato negli spogliatoi ed ho bussato alla porta dell’arbitro; il Signor
    Marcuzzi di Udine mi ha aperto ed io, con estrema pacatezza gli ho detto : Signor Marcuzzi, non
    fischiare un rigore del genere. Mi dispiace, mi ha risposto, dalla mia posizione non ho visto il fallo.
    In effetti era un po’ lontano dall’azione, in quanto c’era stato un lancio lungo dalle retrovie e Da
    Pozzo si trovava forse in posizione irregolare, tant’è che mi aspettavo che il direttore di gara fer-
    masse l’azione, così non è stato, proprio perchè era difficile, dalla posizione che aveva in campo
    in quel momento, valutare se l’attaccante ero o no al di la dei difensori. Il fallo da rigore però c’è
    stato, ma Marcuzzi può non averlo rilevato anche perchè attorno a Da Pozzo si era precipitato
    un nugolo di difensori. Questo Signore mi ha risposto con intelligenza, il chè ha reso meno amaro
    l’errore da lui commesso. Certamente il problema dei fuorigioco, che esiste anche nelle partite inter-
    nazionali, resta un problema insolubile per il carnico e non sarebbe giusto dare la croce addosso
    agli arbitri; chi subisce il torto o lo sbaglio, che dir si voglia, fa ovviamente fatica ad accettare certi concetti ed è quindi poco propenso alla comprensione.

  • Posted 13 Giugno 2011 23:13 0Likes
    by Stefano Molin

    Sono E-S-T-E-R-E-F-A-T-T-O!!! Da sempre la Carnia è stata terra di persone intelligenti, mentalmente aperte e all’avanguardia: in pieno medio-evo, quando l’analfabetismo in europa era al 95%, in Carnia tutti sapevano scrivere e far di conto, nel XVIII secolo Jacopo Linussio ha costruito una delle fabbriche più moderne per il mondo di allora e all’inizio del secolo scorso son nate in Carnia alcune delle prime società cooperative d’Europa! E adesso scopriamo di avere “in casa” una persona mentalmente ritardata di almeno tre secoli!!! NON CI POSSO CREDERE!!!

  • Posted 14 Giugno 2011 02:50 0Likes
    by Alessandro Copetti

    Caro Tita De Stalis ha sbagliato ‘porta’…qui si sta parlando di altro…una vicenda umana e questione un po’ piu’ importante e grave – con tutto il rispetto – di un rigore non dato al Ravascletto o del problema del fuorigioco!
    Provi a bussare alla ‘porta’ accanto…

  • Posted 14 Giugno 2011 07:21 0Likes
    by Bruno Tavosanis

    Ha ragione Ale, Titta: che c’azzecca questo tuo intervento? E’ stonato di brutto

  • Posted 14 Giugno 2011 07:33 0Likes
    by Redazione

    @Alessandro commento 8: “Se – come dite voi – conoscete nome e cognome di questo sostenitore imbecille…”. Nel cappello iniziale per mittente intendiamo chi ha inviato la mail, non il nome del “tifoso” (con tantissime virgolette)

  • Posted 14 Giugno 2011 12:21 0Likes
    by Guglielmo

    Gente simile va allontanata dai campi di calcio e gli strumenti ci sono….. è sufficiente non vendere loro da bere.
    La mia solidarietà a Jean Claude ed a tutti quelli che come lui vivono e lavorano nel nostro paese.

    Guglielmo

  • Posted 14 Giugno 2011 13:33 0Likes
    by Gus

    mah…. io sinceramente non ho parole e preferisco non esprimermi su certi atteggiamenti di persone che molto propabilmente sono estranee alla vita del CALCIO e soprattutto del nostro campionato, condivido a pieno ciò che ha espresso Guglielmo e sempre più mi rendo conto che l’ignaranza non ha limiti. Nella speranza che episodi così non succedano più!!!! saluto gli amici e i calciatori di Verzegnis, persone vere non pezzenti come quel poveretto oggeto della discussione e un saluto a Jean Claude!!!!

  • Posted 14 Giugno 2011 16:14 0Likes
    by cristy

    scusate lo sfogo. ma sicuramente qualcuno ha sentito la frase di quella persona…e aggiungo che eventi cosi ci sono statia nche l’anno scorso , ma non voglio riaprire un’altra discussione,a volte le scuse cuciscono una parte di quella ferita…ma garantisco per esperienza personale, che rimane il segno,
    Forse non si rende conto chi dice stè cattiverie gratuite che tipo di bomba innesca , perchè poi si aggiungono altri ignoranti solo per aver sentito uno,e la ruota non si ferma…quindi come un giocatore per una bestemmia si becca cartellinbo rosso..anche la società deve espellere tale tifoso…..
    scusate lo sfogo cristina

  • Posted 14 Giugno 2011 16:18 0Likes
    by Andrea

    Da giocatore dell’ Illegiana mi sento di dire al signore che ha offeso Jean che è stato un imbecille e maleducato, perchè non si può discriminare una persona per il colore della sua pelle, e cosa ancor più sconcertante che lo ha fatto con dei ragazzi vicino, cosa possono imparare queste ragazzi? sperando che queste cose non succedano più anche se sarà dura perchè come dice Loris Di Giorgio ” la mamma degli imbecilli è sempre incinta”.. comunque Jean l’ha messa nei denti a questo signore realizzando il gol partita e questa è stata la risposta più bella che poteva dare.. E FUARCE DIEC…

  • Posted 14 Giugno 2011 17:08 0Likes
    by Alessandro Copetti

    Cara redazione…non mi riferivo a voi: la persona che vi ha inviato la notizia via e-mail (e come lui sicuramente tante altre presenti alla gara…) conosce il nome e cognome del vegetale marcio resosi protagonista di un simile gesto di disarmante ignoranza e vigliaccheria: lo denunci all’Autorita’ giudiziaria!!!! E’ soltanto cosi’ che gli imbecilli e gli stolti imparano le lezioni…e che serva di lezione anche per gli altri idioti (perche’ di sicuro ce ne sono altri…) cui dovesse venire in mente di commettere un’altra porcata del genere. Mai come in questo caso la pratica del ‘colpirne uno per educarne cento’ si rivelerebbe piu’ appropriata: mettetelo alla gogna e lasciatelo li’ a sudare questo cretino…fatene un esempio che rimanga sotto gli occhi e nella memoria di tutti…prima che situazioni del genere possano ripetersi anche su altri campi di calcio…e non solo sui campi..!!!
    Mandi
    Alessandro

  • Posted 14 Giugno 2011 23:21 0Likes
    by andrea

    perfettamente d’ accordo con alessandro copetti colpirne uno x educarne 100..se sapete veramente chi è stato fate nome e cognome perché questa persona è giusto che paghi i propri errori.

  • Posted 15 Giugno 2011 00:50 0Likes
    by Antonio

    Tita basta con questi arbitri!!! Non ti conosco quindi non so se hai giocato a calcio(presumo di si) ma piú si contestano e piú vi fischieranno contro… Non è una legge ma bensí una continua e comprensibile dimostrazione pratica!!!

  • Posted 15 Giugno 2011 16:23 0Likes
    by Roberto Righini

    Figlio di p……a, b……o, c…..o, torne in furlanie a………o , adesso entra il Mongolo mentre entrava in campo il giocatore Pashkia del Verzegnis, tutto questo da parte della tifoseria di ambedue le squadre,questo ho sentito durante la partita Illeggiana Verzegnis e in molte altre partite.A fine partita mio figlio di 11 anni mi ha detto questa frase “sai papi quello in panchina dell’Illeggiana con la maglia nera mi ha detto taci cane” naturalmente la cosa mi ha infastidito ma gli ho risposto che durante le partite c’e’ tensione e spesso si dicono cose che non si pensano.A questo punto mi chiedo torne in furlanie entra il mongolo figlio di …….., taci cane ecc. ecc. sono complimenti? Sono educativi per i bambini presenti? Penso di no! Allora come mai lo pseudo tifoso non li ha segnalati? e sono sicuro li ha sentiti. Cari ragazzi e cara redazione e caro pseudo tifoso penso proprio che il razzismo sia tutta una altra cosa, il razzismo è sfruttamento della persona, è umiliazione, è rinnegazione e moltro altro non una frase detta in un momento di euforia, sicuramente il più infastidito da questo caos mediatico sarà il buon Jean Claude con cui ho scambiato solo due parole durante l’intervallo e non mi è sembrato per niente turbato forse perchè vuole essere considerato come giocatore e non come giocatore nero, ritengo anche non abbia bisogno di difensori sopratutto di Verzegnis che usano voi e il vostro sito per rifarsi di essere stato escluso dalla Presidenza del Verzegnis, aggiungo anche che l’incontro non è stato per niente noioso, anzi ho visto in campo 22 giocatori che hanno dato il massimo, 11 per dimostrare quanto valgono dopo l’esonero del Mister e 11 difendersi a denti stretti e quasi riuscire a portare a casa un risultato positivo nonostante l’assenza di 5 titolari e del Mister complimenti forse pseudo tifoso dovresti andare a Barcellona e spendere qualche € in più per vedere il calcio che vuoi tu oppure con 3/4 € ti accontenti dell’ agonismo e della passione del carnico. Con questo ho concluso aggiungo solo il mio nome perchè a me piace guardare le persone negli occhi. Saluti e Buon Carnico a tutti Roberto Righini Presidente ASD VERZEGNIS

  • Posted 15 Giugno 2011 16:44 0Likes
    by Massimo Di Centa

    No, caro Roberto, il razzismo è anche questo: cioè rimarcare il colore della pelle (come detto nel caso di Bedi) o la provenienza di Pashkia o il “terrone” affibbiato lo scorso anno a Ferraiuolo, gocatore del Rapid. Noi e il nostro sito non ci facciamo usare da nessuno, ma cerchaimo solo di condannare comportamenti ed atteggiamenti che niente hanno a vedere con lo sport ed il vivere civile. Ogni insulto, ogni epiteto andrebbe condannato e su questo sono d’accordo con te. Purtroppo il calcio (così come molti altri settori della società in cui viviamo) è in piena crisi di valori e di sicuro non offre un esempio positivo da seguire. Sai perchè certe persone la fanno franca? Perchè si nascondono nel gruppo o perchè scrivono celandosi dietro l’anonimato. E’ sempre più difficile guardare le persone negli occhi, perchè farlo è prerogativa degli uomi veri che sanno prendersi le loro responsabiltà e non hanno paura di dire ciò che pensano. Insultare negri e terroni, albanesi e croati, rumeni e marocchini è più semplice farlo in mezzo a tante persone a bordo campo o nascondendosi dietro uno pseudonimo.
    P.S. Dì a tuo figlio che essere chiamato “Cane” è un complimento di fronte a certi “uomini”. Ciao.

  • Posted 15 Giugno 2011 17:05 0Likes
    by Roberto Righini

    Comunque caro Massimo la persona in questione sarà lui a decidere se rivelarsi è degna di tutto il rispetto magari ha ecceduto nel linguaggio ma sicuramente senza cattiveria questo te lo garantisco, presumo anche si prenda le sue responsabilità.
    Ciao Roberto

  • Posted 15 Giugno 2011 17:17 0Likes
    by cristy

    scusa l’intevento massimo ..noi l’anno scorso se ricordi a ciarcivento, ci hanno chiamati terremotati e non è una questione di paese o provenienza, e sappiamo anche chi è stato e tu sai perchè c’eri cosa è sucesso dopo,quel tifoso alla partita di ritorno è venuto a vederla e mi stava vicino , ma l’abbiamo bloccato al primo insulto..all’andata mi era stato riferito che non era un tifoso del posto, ma al itono c’era , e non è stato fatto nulla all’ora come non sarà fatto nulla adesso..le scuse non bastano , il segno resta..quindi signor righini scagli la prima pietra chi non ha peccati , e finiamola con ste stronzate di bonismo, becchiamo un tifoso scorretto , lo blocchiamo anche se non è il tifoso della squadra stessa…mi sono stufata di sentimi dire ” tu sei una donna , che ca..capisci di calcio”quindi sentiamo vediamo cose scorete ,,mettiamoci tutti a bloccare questa cosa, perchè io amo il carnico per la sua purezza , non per la sua ignoranza…grazie

  • Posted 15 Giugno 2011 17:23 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Beh, Roberto, sarebbe bello che lo facesse. Come non mi sarebbe dispiaciuto che tu avessi chiuso il tuo intervento, chiedendo scusa (come massimo dirigente del glorioso e rispettabilissimo Verzegnis) a Bedi. Sono segnali di educazione e rispetto che fanno sempre piacere e per dimostrare a tuo figlio che il buon esempio ce l’ha in casa. Cosa ne pensi? Aldilà di questo, spero di seguire presto il Verzegnis per conoscerti di persona. Cioa a presto.

  • Posted 15 Giugno 2011 17:36 0Likes
    by igor

    caro roberto righini l’unico in panchina dell’illegiana con la maglia nera ero io e non mi son mai sognato di dire certe cose a nessuno tanto meno a un bambino per conferma chiedi pure al guardialinee della tua squadra che e’ sempre stato a due passi da me durante tutto l’incontro se mi ha mai sentito pronunciare certe parole durante la partita per cui non mettermi in bocca parole che io non ho detto ok..igor cattaino accompagnatore dell’illegiana.

  • Posted 15 Giugno 2011 18:18 0Likes
    by Roberto Righini

    Chiedere scusa a chi? a Bedi? a Pashkia? all’arbitro? a mio figlio? al tifoso in questione? visti tutti gli aggettivi che gli hanno affibbiato. Se qualcuno si sentisse meglio sarei sicuramente il primo a scusarmi ma non come presidente solo come uomo ribadisco sono punti di vista diversi e tutti rispettabili ma il razzismo a mio parere è altro. Mi farebbe piacere anche discuterne personalmente con Bedi quando le acque si saranno calmate in maniera serena. Cara Cristy hai proprio ragione scagli la prima pietra chi non ha peccato… sicuramente il primo non sarò io…e probabilmente neanche tu…o sbaglio?
    Massimo io sono il papà di quei bambini che spesso in giro per i campi (l’ultima volta a Villa Santina “Folgore Velox”) vengono a chiederti i risultati degli altri campi, quindi ci vediamo sicuramente.

    Ciao

  • Posted 15 Giugno 2011 20:01 0Likes
    by Gianluca

    Signor Righini, dissento completamente dal suo concetto di razzismo. Sono intervenuto l’anno scorso, sia per la questione “terromati” riferita al guardalinee del Castello, sia per il “terrone” affibbiato a Ferraiuolo. Sono intervenuto anche questa volta, perché certe cose offendono non solo le vittime, ma tutto il movimento carnico, e di conseguenza, anche me. Certi epiteti sono razzisti, e non si dica il contrario, perché sarebbe come voler giustificare qualcosa che di per dè non può e non deve essere giustificato. Sono assolutamente d’accordo con Massimo, come spesso succede, tra l’altro; le scuse a nome della società erano doverose, anche nel caso in cui il polverone fosse stato alzato da qualcuno che voleva mettere in cattiva luce la società stessa. Anzi, soprattuto se il polverone fosse stato alzato da qualcuno che voleva mettere in cattiva luce la società stessa.
    Saluti
    Gianluca Gaspari

  • Posted 15 Giugno 2011 20:24 0Likes
    by silvio casasola

    sono dirigente del dieç e sono veramente deluso da certi comportamenti di alcune persone ma purtroppo non credo siano gli ultimi anche se la gente non è tutta uguale speriamo non accadano più salve

  • Posted 15 Giugno 2011 21:09 0Likes
    by cristy

    per roberto righini..non sarò io a farti scagliare la pietra dei tuoi peccati..e tanto meno punto il dito ne su di te e tanto meno sù altri….ma di sicuro….ogni situazione ha il suo limite, e solo il tempo potrà forse dico forse ,cancellare questo episodio e che non lascia traccia di certi eventi…chiedere scusa dopo tanta confusione virtuale non serve che a scaricare la coscienza,ma non cancella l’offesa…perchè io in primis sono nata in carnia e mio marito gioca nel castello…ma non per questo devo sentirmi insultare da una persona che ritengo ignorante di come sono e da dove vengo..piacere di poterti ispondere telematicamente , ti aspetto al ritorno ..e mi aspetto da tutti il max, del divertimento agonistico e una bevuta amichevole..come mi è suceso ad’amaro…mandi

  • Posted 15 Giugno 2011 22:12 0Likes
    by stefano

    rispondo al post 27, Cristina adesso basta con quella storia di cercivento.Lo dici tu stessa :chi non ha peccato scagli la prima pietra;e chiudo qui.

  • Posted 16 Giugno 2011 01:31 0Likes
    by Alessandro Copetti

    Se lo stesso presidente del Verzegnis non e’ in grado di distinguere un insulto a connotazione razziale da un semplice insulto, improperio o parolaccia generici rivolti a chicchesia…beh…resta poco da aggiungere o da dire a quell’anonimo genitore cretino e ignorante resosi protagonista di tale ignobile gesto domenica scorsa…quel ‘tifoso’ al quale magari…stando allo stesso presidente del Verzegnis…mi par di capire che pure noi ora dovremmo “chieder scusa per gli aggettivi rivolti nei suoi confronti”…disarmante!!!
    Alessandro Copetti

  • Posted 16 Giugno 2011 08:31 0Likes
    by cristy

    hai ragione stefano ..andiamo avanti

  • Posted 16 Giugno 2011 15:38 0Likes
    by Jacopo

    Riguardo al post N° 24 Del presidente roberto righini.sono un giocatore dell’Illegiana,domenica ero seduto in panchina,purtroppo..non ho mai e dico MAi sentito uscire le parole scritte dal sig.Righini dalla bocca di Igor…e trovo vergognoso leggere queste accuse sopratutto da un presidente!

  • Posted 16 Giugno 2011 15:50 0Likes
    by loris di giorgio

    Esterefatto! Inutile commentare, ribadisco la mamma degli imbecilli e sempre incinta e purtroppo non è sola.

  • Posted 16 Giugno 2011 17:25 0Likes
    by Redazione sanpietromagazine

    Buonagiornata a tutti e buon campionato carnico. Siamo i vostri vicini veneti. I comeliani di San Pietro di Cadore. Stranieri due domeniche al mese nell’ospitale terra carnica e giù fino al gemonese (quindi Friuli) e in alto nelle zone del tarvisiano ( vere porte per l’Europa) o in là nella valle del Resia (retaggio culturale ucraino) o ancora a Timau o nella vicina Sappada ( colonie dalla comune origine). Stranieri, quindi, orgogliosi di esserlo e portatori ovunque del nostro modo di vivere le trasferte in maniera pacifica e caldissima, leale ma di parte, a testa alta col sorriso, un tifo pro, ironico, salutare . Ovunque presenti ma in nessun caso ospiti sgraditi o sgradevoli (un esempio su tutti l’ultima giornata della seconda categoria della stagione 2007, Lauco, con relativa promozione sfuggita ed inno a rimbombar l’altopiano: “nonabbiamomaivintouncazzo”) . Questo potrebbe bastare come testimonianza contro ogni tipo di pregiudizio, contro la stupidità di alcune teste vuote, broce senza testosterone a sostegno, animi ignobili. Potrebbe esser abbastanza per gridare l’ importanza di difendere la diversità dei luoghi, delle persone, anche solo nei contesti locali, abbastanza per sostenere qualsiasi minoranza soprattutto qualora attaccata pregiudizialmente in maniera vigliaccamente anonima e nel nome di retaggi schifosamente anacronistici, diseducativi e rozzi. Zittire è un dovere. Lottare contro il silenzio di gente ottusa, compiacente, complice, ignava lo è ancor di più. Pessimo Righini quindi. Te lo grida in faccia la RedAzione Viola e te lo grido io personalmente ( Cesco Lorenzo). Per Bedi nessun pietismo, solo rabbia verso chi annichilisce il pulsar nervoso del sangue rosso nelle vene, nostro e di Jean che mai dovrà sentirsi lasciato solo. Non nel tifo, che seccamente gli sarà negato, ma nella vita quotidiana liberata dalla vergogna. Mandi e Sane. Forza Viola ed a culo l’inettitudine ignorante vicina e lontana.

  • Posted 16 Giugno 2011 21:42 0Likes
    by Roberto Righini

    Buonasera a tutti, ieri sera ho ricevuto una telefonata da parte di chi ha pronunciato la frase incriminata.Devo dire che ho trovato la persona imbarazzatissima, “adesso non so cosa fare, io il computer non lo uso, scrivi qualcosa tu e fai pure il mio nome, non pensavo succedesse tutto questo per qualcosa detto in maniera forse troppo ingenua”.Io ho consigliato di chiarire direttamente con Jean Claude e stasera con il consenso del Presidente dell’Illegiana ci siamo recati al campo di Illeggio, abbiamo parlato con Jean Claude e con gli altri giocatori scusandoci.
    Ho ritenuto opportuno che la situazione venisse chiarita direttamente tra le Società e i diretti iinteressati.
    Buon campionato a Tutti e forza Verdi!

  • Posted 16 Giugno 2011 21:44 0Likes
    by flavio

    Oggi sono venuto a conoscenza di questo fatto e mi sento di definire tutte le persone che hanno commentato la notizia con un termine solo… IPOCRITI !!!! Gli insulti sui campi di calcio ci sono ogni domenica e se noi “FURLANS” veniamo in “CJARGNJE” ce ne di tutti i colori.. anche se sono bianco!! a me però nessuno ha mai chiesto scusa o ha commentato un insulto che mi è stato fatto durante una partita. IPOCRITI !!!

  • Posted 16 Giugno 2011 21:59 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Caro Flavio, non puoi sparare nel mucchio. L’ipocrisia, purtroppo, si annida in molte persone, fortunatamente non in tutte. Per quanto mi riguarda lo scorso anno fui io a denunciare da questo sito quel premio Nobel dell’ignoranza e dlla sottocultura che diede del “terremotato” al guardalinee del Castello. Forse perchè un pochino vivo la situazione del discriminato. Eh sì perchè nonostante un carnicissimo cognome mi frega l’accento romano, retaggio dei miei primi 24 anni di vita vissuti nella Capitale. Come se non bastasse, quando accompagnavo mio figlio a giocare a basket in tutto il Friuli, mi beccavo anche del “montanaro”. E meno male che sono di carnagione chiara… Ultima battuta a parte, questo per me è un argomento serissimo e ti garantisco che sarò sempre in prima fila a denunciare qualsiasi episodio del genere.

  • Posted 16 Giugno 2011 22:17 0Likes
    by Federico Iob (vicepresidente ASD Illegiana)

    A nome dell’illegiana voglio ringraziare il presidente dell’ASD Verzegnis per l’apprezzabile gesto di questa sera. Spero che il caso possa ritenersi chiuso nel migliore dei modi.

  • Posted 16 Giugno 2011 22:31 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Sono davvero soddisfatto che la vicenda si sia conclusa in questa maniera. Spero sia l’ultima volta che commentiamo casi del genere. Torniamo ad incazzarci per rigori non dati, gol sbagliati, luci che saltano (ma senza dietrologia…) e panchine vacanti. Questo è il calcio, cioè qualcosa che fa discutere (anche animatamente) ma alla fine accomuna. sarà banale e retorico ma a me piace pensare in questo modo. Una stretta di mano, cordiale e vigorosa, a Roberto che ha gestito la cosa da persona molto saggia. A presto, Roberto, sarò davvero lieto di stringerti la mano di persona.

  • Posted 17 Giugno 2011 08:20 0Likes
    by Loris Missana

    Vorrei brevemente replicare a Flavio del post n° 41.
    Quando ci recavamo nella bassa friulana a disputare il campionato Over 35 con gli “Amatori Palùt”, squadra di Villa Santina che ormai non esiste più, spesso e volentieri ci siamo sentiti rivolgere contro epiteti tipo “Cjargnielats di mierde”, “Stupits di montanaars”, e chi più ne ha più ne metta, oltre al comportamento spocchioso di qualche direttore di gara evidentemente troppo “partigiano”, che sicuramente non ci agevolava. Per converso noi ci comportavamo dignitosamente su ogni campo, oltre che accogliere festanti tutti gli avversari nelle partite casalinghe.
    Per cui parlare di una presunta ipocrisia carnica ritengo sia completamente fuori luogo.

  • Posted 17 Giugno 2011 09:16 0Likes
    by cristy

    sono pienamente d’accordo con loris missana..riguadante il post 41 di flavio …ho il marito che gioca in entrabi i campionati..canico e amatoriale A1 A2 e dico in tutti i campionati la stessa storia quindi quando parli del carnico ricodati bene e dico bene che in friuli ” che poi ci fa parte anche la carnia” usano termini e frasi come potresti trovarli quà…, spero solo che cambi qualcosa ma sarà difficle e come si ripete sempre qui spesso ” la madre degli ignoranti è sempre incinta…e il padre molto di più mandi

  • Posted 17 Giugno 2011 10:25 0Likes
    by Giò

    Domenica ero alla partita e mi trovavo seduto proprio a pochi metri di distanza dal “signore” che per gran parte della gara ha continuato a rivolgere insulti RAZZISTI all’indirizzo di Jean.
    Bene, tra tutta la gente che era lì sono stato l’unico, e ripeto l’unico, ad invitare (in maniera anche piuttosto veemente) il personaggio a darci un taglio e a vergognarsi, all’ennesima uscita degna dei più grandi esponenti dell’arretratezza culturale in cui ancora, purtroppo, si trova qualcuno in Carnia.
    Dico questo non certo per avere una medaglia o una pacca sulle spalle, ma per evidenziare come secondo me il vero problema stia proprio qui: perché nessuno ha il coraggio di dire niente a queste persone, quando si rendono protagoniste di fatti del genere? Ora molti scrivono per commentare con disgusto la notizia e manifestare la loro solidarietà a Jean, ma io domenica ho visto solo gente che rideva alle simpatiche uscite del “signore” in questione o, nel migliore dei casi, faceva finta di niente, nonostante il suddetto “signore” non avesse un tono di voce propriamente basso.
    E le risposte ala mia reazione sono state più o meno “cosa vuoi farci?”, “lascia perdere”, “è inutile stare a discutere”, ecc…
    Perché le persone devono ragionare così? Capisco, non sarà certo il rimprovero di qualcuno a far cambiare la testa di una persona, ma secondo me è giusto invece manifestare il proprio disappunto di fronte a fatti del genere; se non altro per distaccarsi da un certo tipo di gente e dimostrare che veramente non tutti sono così. Non è per niente inutile stare a discutere.
    Io almeno una cosa l’ho ottenuta: di sentirmi meglio con me stesso.
    Mandi e forza Illegiana!

  • Posted 17 Giugno 2011 12:28 0Likes
    by Danilo

    ieri sera bell’inizio di allenamento a Diec.. Grazie al Verzegnis!!
    ..e soprattutto cincin

  • Posted 17 Giugno 2011 17:58 0Likes
    by Alessandro Copetti

    BRAVO GIO”!!!

    FLAVIO…nel replicarti faccio uso dei caratteri maiuscoli per emulare il tuo stile: SEI PATETICO!!!
    Abbi perlomeno il coraggio di metterci nome e cognome a sigillo delle idiozie che scrivi…a proposito di IPOCRISIA!!!
    E visto che da solo non sembri in grado di comprendere la differenza tra i campanilismi (seppur accesi o maleducati) e gli insulti a connotazione razziale…sono sicuro che anche dalle tue parti riuscirai a trovare tanti ‘furlans’ felici di spiegartela!!!
    Mandi
    Alessandro Copetti

  • Posted 18 Giugno 2011 18:30 0Likes
    by thrcig

    nonostante i miei 15 anni mi sono sentito in dovere di partecipare a questa discussione (perchè ero a vedere la partita) per dire che nonostante questo spiacevole episodio è stato molto bello, e credo abbia fatto piacere a Jean, vedere tutti i ragazzi dopo il rigore-partita andare a festeggiare dietro alla porta con Jean-Claude che veniva a prendersi i meritati applausi per la sua strepitosa partita…a dimostrazione che noi illegiani gli siamo stati vicini

  • Posted 20 Giugno 2011 13:15 0Likes
    by Davide

    Credo che la gente, i tifosi in particolare, dovrebbero capire che il gioco del calcio dev’essere un divertimento, non una fonte di “odio” tra tifoserie. Infatti penso non sia piu degno di essere chiamato “gioco”. Ma d’altronde quando si pensa al risultato piuttosto che al divertimento e alla passione non si pò far altro. Va bene la rivalità tra squadre, ma quando si arriva agli insulti credo si abbia veramente toccato il fondo. Il calcio secondo me è un gioco che dovrebbe unire, non divire. A voi le considerazioni.

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2019 2018 2017 Altre edizioni