Alla riunione delle società evidenziate le difficoltà del settore giovanile

di RENATO DAMIANI

Ancora una volta l’accogliente sala convegni dell’Uti della Carnia a Tolmezzo ha ospitato ieri la riunione delle società del Carnico a conclusione della stagione sportiva 2018/2019.
Nella dettagliata relazione del Delegato tolmezzino della Figc Marino Corti sono state evidenziate le 980 partite complessivamente disputate (cifra totale che comprende le 471 tra Prima, Seconda e Terza categoria, le 71 di Coppa Carnia e la Supercoppa; le rimanenti 437 riguardani tutto il Settore giovanile). Sono state stimate in 2200 le persone
che gravitano attorno a tutto il movimento. Cifre che hanno indubbiamente messo a dura prova tutta la Delegazione, impegnata nel possibile ed esaudire a buona parte delle esigenze espresse dalle società.

La premiazione della Rappresentativa Giovanissimi

La nota dolente della riunione, come succede da anni, la scarsità degli interventi ridotti a quelli habituè di Antonio Sferragatta, vice presidente del Cavazzo, e Carlo Di Lena, presidente dei Mobilieri, entrambi mirati ad evidenziare le difficoltà nella gestione del Settore giovanile. Da Sferragatta è arrivata la pressante richiesta di una anticipata e certa programmazione sulle scadenze dei tesseramenti in funzione dell’organizzazione delle proprie attività, oltre che di una più proficua collaborazione tra le società e comunità d’intenti nelle richieste. Di Lena la chiesto una maggiore sensibilità verso le problematiche di tutto il movimento giovanile, costretto a misurarsi con la crescente detanilità e gli sport alternativi, che allontano dai campi di calcio possibili giovani calciatori.

Improntate al decisionismo le risposte del presidente della Figc Ermes Canciani, che ha in primis esaltato tutto il movimento unico in territorio italiano, poi ribadendo con forza che il Carnico essendo un Campionato non può continuare a chiedere deroghe regolamentari. “Il Carnico deve rispettare le regole – ha precisato Canciani – in quanto una società al momento delle iscrizione le conosce e le sottoscrive”.

La premiazione della Rappresentativa Allievi

Accorato l’appello del presidente degli allenatori della Carnia Fausto Barburini nel chiedere il rispetto della scadenze per quanto concerne il corso abilitativo a livello territoriale (unico nel suo genere) di Allenatori Uefa C (riservato al settore giovanile). Al momento sono solo 5 le preiscrizioni pervenute al Centro Tecnico di Coverciano, ma sono quasi 50 i possibili partecipanti e se la quota richiesta di 40 non venisse raggiunta il corso verrebbe aperto a richiedenti dalla Provincia e se ciò dovesse concretizzarsi per il Carnico sarebbe un vero e proprio disastro.

Al tavolo delle autorità, oltre a Corti e Canciani, erano presenti il sindaco di Tolmezzo Francesco Brollo, il consigliere regionale Luca Boschetti ed il presidente della sezione AIA di Tolmezzo Nicola Forgiarini.

In conclusione sono state premiate le società vincenti la Coppa Disciplina nella varie categorie e le rappresentative Giovanissimi ed Allievi, il tutto sotto la sapiente regia di Francesca Spangaro, presentatrice della serata.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 202120192018 Altre edizioni