ROBERTO AGOSTINIS E QUELLA SQUALIFICA CHE NON GLI VA GIU’…

Roberto Agostinis:maxi squalifica in Coppa Carnia.

Riceviamo e pubblichiamo quanto ci ha scritto Roberto Agostinis dopo la pesante squalifica (3 giornate più una in quanto diffidato) rimediata in Coppa Carnia a seguito dell’espulsione in Paluzza – Real I.C.

Giorni fa, mio malgrado, mi sono ritrovato involontario protagonista delle cronache sportive di mezza settimana per la squalifica rimediata durante la partita di coppa Carnia giocata contro il Paluzza. “Minacce all’arbitro, squalificato per quattro giornate” titolava il Messaggero. Un biglietto da visita decisamente poco edificante agli occhi di chi, non presente ai fatti, formulasse un giudizio sulla mia persona affidandosi alla sola notizia di cronaca. Chi mi conosce mi rimprovera, giustamente (non ho nessuna difficoltà ad ammetterlo) di esagerare con le lamentele e le proteste in campo. Ho sicuramente il difetto di farlo anche con gli arbitri con i quali discuto spesso ed ogni qual volta non condivido le scelte e soprattutto quando si tratta di direttori di gara che “sorvolano” sui falli alle caviglie commessi con entrate “da dietro” (la foto a corredo dell’articolo in proposito era emblematica e mi fa piacere pensare che non sia stata messa a caso) mentre si dimostrano inflessibili nei provvedimenti disciplinari solo se richiami la loro attenzione lamentandoti di un tanto. Insomma riconosco di essere un gran “rompiscatole”, appellativo giusto perché, troppo spesso esagero, nei loro confronti, con le proteste.E questo è il motivo per il quale, ogni qual volta sono arrivate, le squalifiche le ho sempre accettate: in religioso silenzio e senza mai lamentarmi.

Ma un conto è una squalifica per proteste un conto è ritrovarsi sbattuti in cronaca per reiterate proteste ………. atteggiamento ironico al momento dell’espulsione …….. e per essere successivamente rientrato sul terreno di gioco minacciando l’arbitro.

Siccome le proteste, le lamentele e l’atteggiamento ironico (anche se non ricordo, nella circostanza, di averlo tenuto) per quanto deprecabili sono una cosa e le minacce sono ben altro ci tengo a precisare che, il sottoscritto, in vita sua, non ha mai minacciato nessuno e che l’abitudine alle minacce è una pratica che non mi appartiene e che considero incivile ed orrenda.

Sono stato espulso nei minuti finali del primo tempo ed uscito dal campo sono rimasto in attesa del duplice fischio sulla porta degli spogliatoi, non sono rientrato in campo e non ho minacciato nessuno, ne’ prima ne’ dopo, ne’ sul terreno di gioco ne’ fuori (come possono testimoniare tutti i presenti all’accaduto, avversari compresi) e quanto refertato in proposito dall’arbitro non corrisponde al vero.

Anzi le uniche “minacce” della serata sono state quelle ripetutamente pronunciate proprio dal direttore di gara la cui unica risorsa, in ogni circostanza di gioco, in ogni frangente dell’incontro, è stata quella di zittire (con atteggiamento autoritario e irriguardoso) i giocatori “minacciando” ammonizioni ed espulsioni. Ma non posso andare oltre: vorrei ma non posso esprimere giudizi nei confronti della prestazione del Sig. Veritti . Se lo facessi, correrei il serio rischio di chiudere anticipatamente la mia stagione anche in campionato perché, come noto, ai tesserati non è concesso commentare l’operato dell’arbitro anche se protagonista di prestazioni negative.

Per questo, del resto, bastano i suoi (mi pare non rari) precedenti e il giudizio e la stima raccolti tra gli “addetti ai lavori” nella sua seppur breve carriera.

17 Comments

  • Posted 3 Giugno 2011 21:51 0Likes
    by thomas

    più sono giovani e peggio è…
    e non mi riferisco al giovane roberto…

  • Posted 3 Giugno 2011 22:53 0Likes
    by Ale

    Non ho letto l’articolo incriminato ma durante il campionato invernale nei comunicati con le squalifiche ci sono e abbastanza frequentemente questi episodi con giornate di squalifica anche pesanti , ma non ho mai notato articoli di cronaca che ne parlassero, sara’ che la colpa e piu dei giornalisti

  • Posted 3 Giugno 2011 23:16 0Likes
    by Massimo Di Centa

    @ Ale. Mi devi spiegare cosa c’entrano i giornalisti? I giornalisti non fanno altro che riportare le motivazioni del Giudice Sportivo che a sua volta decide in base al referto dell’arbitro. Va bene che siamo in un Paese dove si vuol far credere che qualcuno possa perdere le elezioni per una trasmissione TV, ma a tutto c’è un limite!… I giornalisti cono così “cattivi” che offrono spazio per sentire tutte e due le versioni: quella dell’arbitro (tramite il referto) e quella del giocatore. Incredibile!

  • Posted 4 Giugno 2011 00:26 0Likes
    by luca

    Anzichè lamentarsi e protestare con gli arbitri (non serve) (sbaglio o in campo esiste un capitano) impariamo a tenere la lingua in bocca e a giocare. In campo le botte si danno e si prendono e nessuno di noi si può proclamare santo, ma se una volta ogni tanto anzichè continuare a lamentarsi pensassimo di più a giocare? Mi consola il fatto che in questi giorni un giocatore che di nome fa Onorato Job si avvicini a quota 200 gol alla faccia della sua tenera età. Forse sarebbe il caso di prendere esempio da taluni giocatori che nonostante l’età danno del filo da torcere e non solo a tanti ragazzini.

  • Posted 4 Giugno 2011 20:35 0Likes
    by Ale

    Il mio giudizio era ed e relativo al fatto che un episodio di questo stampo non sarebbe sato segnalato con tale enfasi durante il campionato invernale, l’agostinis sembrava lamentarsi piu del fatto che fosse sulla bocca di tutti per la squalifica che certo se non fosse stata enfatizzata da certi titoli sul giornale probabilmente chi se ne sarebbe accorto se non i pochi che leggono i comunicati ufficiali!!!!

  • Posted 5 Giugno 2011 08:15 0Likes
    by ROBERTO Pirioni

    Dalla bassa friulana… sono rimasto lusingato anch’io da quel “forzato” titolo da parte di un nostro diffuso quotidiano locale. Non so chi ne sia l’autore di tale altisonante “proclama” sportivo ma, posso dedurre che lo stesso autore cercasse che l’occhio del lettore cadesse proprio su quel pezzo al fine di indurre gli stessi a leggere anche le parole che ne completavano il resto dell’articolo. Conosco abbastanza bene Roberto Agostinis e sono sicuro della bonarieta’ del suo comportamento mentre mi sorgono dei dubbi sulla delicatezza utilizzata da parte del direttore di gara nel riportare i fatti e i provvedimenti disciplinari mentre, all’autore dell’articolo, ricordo che sia più importante dare ai lettori un pasto di sana cronaca “sportiva” che argomentazioni, poco interessanti, di giustizia sportiva. Evviva i giornalisti… Evviva il Carnico… !
    PIRIONI Roberto (Lovaria/UD)

  • Posted 5 Giugno 2011 09:45 0Likes
    by Gianluca

    Anch’io ho vissuto quella partita, e proprio non ricordo di aver visto Roberto rientrare in campo per minacciare il direttore di gara. Piuttosto ricordo di aver visto Stefano Vidoni furibondo con l’arbitro perchè a suo dire gli aveva mancato di rispetto. Conosco Stefano da 20 anni, la sua reazione mi colpì molto perché non l’avevo mai visto così furioso, ma sono sicuro che avrà avuto dei buoni motivi per esserlo, perchè se Roberto per primo ammette di essere un “rompiscatole”, Stefano ivece è sempre stato molto tranquillo: Se in quella partita non è stato tranquillo come al solito, un motivo ci sarà…
    Roberto, ormai la tua fama ti precede. Da qui in avanti puoi anche comportarti come un angioletto, ma alla prima occasione ti beccherai dei gialli (o dei rossi) solo per aver guardato storto l’arbitro. Mi sa che anche a Paluzza è andato più o meno così, no?

  • Posted 5 Giugno 2011 15:52 0Likes
    by Davide

    Un giocatore espulso non può restare dentro il campo, deve stare o dentro gli spogliatoi o uscire, se sta sulla porta degli spogliatoi e commenta ad alta voce l’operato dell’arbitro commette un irregolarità e sopratutto un ingenuità!
    Quanto all’arbitro è un ottimo arbitro ma non dovrebbe arbitrare il carnico, ad arbitrare gente che abita troppo vicino a lui perde sicurezza, ha 21 anni, non ha mai giocato a calcio, quindi non ne capisce alcune dinamiche, ed è sottoposto al giudizio di troppi adulti suoi “vicini di casa”; quando arbitra partite che non sono del carnico è di ben altra caratura.
    Vorrei sottolineare, infine, un commento del signor Agostinis è possibile che conoscendo l’arbitro (immagino gia i mugolii di disapprovazione negli spogliatoi dopo la desinazione) ci sono ancora giocatori adulti che riescono a incazzarsi, ad urlargli contro, al posto di giocare e tacere? Molti meno problemi Veritti ne ha con i suoi parietà, sarà un caso? un’altra educazione?
    Van Persie ha detto del barcellona che sono insopportabili per quanta pressione mettono sull’arbitro ad ogni decisione, mi sa che molti giocatori del carnico copiano non lo stile del gioco del barcellona (dai e vai) ma lo stile di rapportarsi con l’arbitro..

  • Posted 5 Giugno 2011 21:48 0Likes
    by raffaello.

    Scandaloso il referto ed ancor di più il giornale che ha riportato questa notizia.
    Incredibile!

  • Posted 5 Giugno 2011 22:58 0Likes
    by steve

    Ciao, io ero molto vicino quando è successo il fatto, e posso sicuramente dire che Robi non ha assolutamente offeso il direttore di gara, forse ha avuto un atteggiamento molto ironico ma ripeto non ha offeso. Per quanto riguarda il rientro in campo Robi ha aspettato l’arbitro fuori dagli spogliatoi per chiarimenti in merito all’ espulsione e non mi è sembrato di sentire minacce.
    Comunque Robi dovresti cercare di avere un comportamento diverso in campo nei confronti dell’ arbitro, anche se io non sono sicuramente un esempio da prendere. Ti saluto e un grosso abbraccio.

  • Posted 6 Giugno 2011 11:09 0Likes
    by tony11

    alla fine di tutto la miglior cosa è un buon tacere non fuma iscritto sopratutto in campo!!

  • Posted 6 Giugno 2011 18:20 0Likes
    by christian

    alla redazione: buona sera ero solo curioso di sapere come mai è sparito il link in cui è stata sollevata la discussione sulle partite disputate dalla folgore e relative decisioni arbitrali, e relativi commenti???

  • Posted 6 Giugno 2011 19:45 0Likes
    by luca

    Non capisco perchè il sig.Agostinis ha aspettato l’arbitro fuori dagli spogliatoi quando il suo posto, una volta espulso, doveva essere l’interno del suo spogliatoio. Chia ha sbagliato…ancora l’arbitro?

  • Posted 7 Giugno 2011 19:20 0Likes
    by wise

    Per luca! ma secondo te abbiamo gli spogliatoi di serie A????’ c’è una telecamera che ci riprende??? tutti e dico tutti i giocatori che tengono alla squadra guardano come va la partita anche senza di loro!!!! cosa dovrebbe fare tornare negli spogliatoi e sentire solo le urla del pubblico????? scusate il termine ma è una cazzata!!!! gigantesca!!!! ci vuole anche testa per fare gli arbitri e capire che in certi momenti non si da contro a loro se uno sta fuori dagli spogliatoi ma rimane solo lì per essere comunque con la squadra!!!! in questa cosa ha sbagliato l’ arbitro perchè ok, gusce non doveva essere lì ma con un po’ di intelligenza in più si chiude un occhio!!!!

  • Posted 12 Giugno 2011 03:35 0Likes
    by Daniele Angeli

    Dato che conosco Gusce da anni, posso solo dire che per quanto in campo sia solito lamentarsi col mondo (e questo glie l’ho sempre rimproverato) devo dire che non l’ha mai fatto in modo minaccioso.
    Non ho assistito alla vicenda ma sono più che sicuro che l’accusa di minacce sia esagerata in quanto per tanto pesante che possa essere con le proteste, non l’ho MAI visto minacciare nessuno.
    Ripeto, non ho assistito alla vicenda e quindi potrei anche aver torto ma sto dalla parte di Roberto in questa sua civile protesta.
    E poi può anche assere che, a questo livello, alcuni arbitri ne facciano una questione personale quando trovano di fronte giocatori che si lamentano troppo del loro operato “prendendoli un po’ di mira”.
    Resta il fatto che a imparare a mordersi un po’ la lingua non è mai tardi anche se come dice sempre lui: “ormai a 29 anni è tardi per cambiare”
    Ciao Gusce!

  • Posted 14 Giugno 2011 15:08 0Likes
    by Guglielmo

    E’ tutto vero quello che dite. Purtroppo, l’attuale sistema arbitrale, sebbene sia difficile ammetterlo, è una delle poche monarchie assolute ancora esistenti…. se non cambiano le regole c’è poco o quasi nulla da fare.
    Per quanto attiene i calciatori, beh…. se questi prima di proferire improperi contro gli arbitri contassero fino a 10…. magari qualche cartellino in meno si rimedierebbe…. voi cosa ne pensate?

    Guglielmo

  • Posted 15 Giugno 2011 00:28 0Likes
    by Davide

    Gli arbitri non possono chiudere un occhio perche se c’è un osservatore fuori il fatto di aver chiuso un occhio li rende sanzionibili con turni di squalifica, non sapete quante volte Veritti mi ha detto io avrei lasciato stare ma gli osservatori fanno mille storie…

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2019 2018 2017 Altre edizioni