Fortunato: «Discutiamo assieme sulle ipotesi del Carnico 2020»

di MASSIMO DI CENTA

Claudio Fortunato ed il Val Resia: la storia continua. Nonostante la molte offerte ricevute, il tecnico friulano ha deciso di continuare la sua esperienza con la squadra rossoblu.

Perché, Claudio, questo attaccamento al Val Resia?
«Davvero non me lo so spiegare. Questa gente, schietta, diretta, genuina, mi è entrata nel cuore. Mi avevano contattato altre società e confesso che ho riflettuto sulla possibilità di accettare. Ma alla fine ha prevalso il cuore e  il cuore ha scelto Resia. Nella mia carriera ho avuto tante soddisfazioni e all’età di 66 anni devo fare le cose che mi fanno divertire, che mi provocano entusiasmo e voglia di lavorare senza avvertirlo come un sacrificio».

E Resia ti permette tutto questo?
«Sì, perché la società non mi dà pressioni, non mi impone scadenze. Sono io che vorrei lottare per il vertice, per questo voglio gente motivata, gente che sappia seguirmi e che condivida il mio modo di affrontare l’impegno. Nell’incontro che ho avuto con società e giocatori ho esposto il mio modo di agire, dettato regole e chiesto se ci fosse qualcuno che non se la sentiva. Qualche giocatore ha mollato ed io ho apprezzato per la sincerità. Se uno non se la sente è giusto che faccia quello che ritine meglio per sé stesso. Non ho fatto proclami: ci sarà da lavorare, ho ripetuto, ma il risultato deve essere una meta, non un assillo».

Quali saranno i volti nuovi del Val Resia 2020?
«Gianluca Lega, un gradito ritorno, e poi Cristian Martina, Thomas Forgiarini, Andrea Vuerich, Daniele Di Rofi, Roberto Tolazzi e Vincenzo Vitello, un ragazzo siciliano che è venuto a lavorare da queste parti e chi si è incuriosito del nostro campionato. Perdiamo Antonio Di Lenardo, ma è giusto che il ragazzo provi a fare un’esperienza in Prima con la Pontebbana».

La preparazione non l’avete nemmeno iniziata?
«Era tutto pronto, poi è successa questa epidemia e ci siamo fermati. I ragazzi avevano una voglia matta di iniziare ed infatti mi chiamano spesso per chiedermi quando si può cominciare. Io ripeto a tutti la stessa cosa: di calcio non si muore. Aspettiamo e vediamo. Comunque questo loro entusiasmo mi fa piacere, perché significa che hanno recepito il mio».

E qual è la tua idea tattica?
«Senza nemmeno fare un allenamento è difficile poter dire in che modo giocheremo. A me piace l’idea di giocare a 3 dietro, ma non sono assolutamente schiavo delle mie idee. Se dovessi rendermi conto che la difesa a 4 mi offre maggiori equilibri non esiterei nemmeno un attimo a invertire la rotta». 

Tutti dicono la loro su un’alternativa se la stagione non avesse i tempi necessari per svolgersi regolarmente. Tu cosa ci dici?
«Io direi che tutti insieme si potrebbe discutere su eventuali modifiche. Si fa un bel tavolo di lavoro e ognuno espone le sue idee, organi federali e società. Si potrebbe anche ipotizzare un solo girone d’andata, al termine del quale le ultime tre di Prima sfidano le prime tre di seconda con partite secche domenica, mercoledì e domenica, chi ne vince due su tre va o resta in Prima. Stesso discorso tra le ultime tre di Seconda contro le prime tre di Terza e stesso criterio. Certo, ci sarebbe il problema di tutte quelle non impegnate in questa sorta di play off, ma si potrebbe pensare ad un torneo che metta in palio un premio economico, sperando di trovare uno sponsor giusto, o l’eventuale iscrizione gratis al campionato successivo. È un’idea che si potrebbe sviluppare parlandone tutti insieme. L’augurio di tutti, ovviamente, è che tutto si possa disputare regolarmente. Di calcio non si muore, ripeto, ma in questo periodo se si tornasse a giocare vorrebbe dire che si è tornati a vivere nella normalità».

Le altre interviste con gli allenatori:

10) Francesco Moser – Timaucleulis
9) Mario Chiementin – Cavazzo
8) Andrea De Franceschi – Ravascletto
7) Massimo Marangoni – Campagnola
6) Maurizio Colosetti – Verzegnis
5) Sandro Beorchia – Ovarese
4) Cristian Gobbi – Arta Terme
3) Adriano Ortobelli – Villa
2) Franco Romano – Lauco
1) Giuliano De Conti – Comeglians

 

Commenta con Facebook
Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2019 2018 2017 Altre edizioni