Copetti: «Che bello quando si potrà tornare a socializzare»

di MASSIMO DI CENTA

Sarà la prima volta in Seconda categoria per la Viola di Alberto Copetti, dopo la promozione dell’anno scorso.

Ma a questo punto viene quasi spontaneo chiedere: Alberto, sarà o sarebbe stata?
«E chi può dirlo? Certo la speranza di tutti è quella di iniziare il prima possibile, con rispetto però alle persone malate e a chi svolge il proprio lavoro negli ambienti sociosanitari. Deve essere garantita la sicurezza assoluta, senza il minimo dubbio. Il calcio non è un’esigenza primaria, anche se coinvolge tantissime persone. Resta una grandissima passione ed in questi giorni ne ho le prove: i miei giocatori mi mandano messaggi e mi fanno telefonate, chiedendomi: “Mister, ma allora si gioca?”. Vorrei poter avere una risposta, ma al momento non è proprio possibile. La cosa più bella sarà poter socializzare dopo questo periodo di isolamento».

Proseguiamo questa intervista come se la stagione si dovesse svolgere regolarmente e ti chiediamo: come ti appresti a vivere questa avventura in Seconda?
«Nessuno si nasconde che è una categoria particolare, difficile, ma non dobbiamo avere timore ad affrontarla. Il giusto rispetto verso avversari di valore, quello sì, ma timore no. Ci darà stimoli nuovi, diversi ed è questo l’aspetto fondamentale che vorrei che capissero i mie ragazzi. Affrontiamola senza porci obiettivi a lunga scadenza, prendiamo una partita per volta, cercando di perderne il meno possibile o addirittura nessuna. Questo è quello che, in pratica, mi ha chiesto anche la società, proseguendo in quel percorso di consolidamento e di crescita collettiva intrapreso lo scorso anno».

Su quali elementi avete puntato in sede di campagna di rafforzamento?
«Soprattutto abbiamo privilegiato i ragazzi con esperienza nel nostro settore giovanile. Faccio i nomi di Emanuele Angeli, Orlando, Artico e Dell’Angelo, che hanno mosso con noi i primi passi. Poi, avremo a disposizione Ferataj, Gegollaj, Nicolò Novello e Thomas Lepore. Suggestivo l’arrivo di Fabio Squecco, uno non più giovanissimo ma che ci consente di sopperire alle quasi partenze di Cimador, Brunetti e Zearo. Quasi partenze, perché sono rimasti tra i tesserati, garantendo il loro apporto solo in caso di necessità».

Prevedi qualche novità dal punto di vista tattico rispetto alla Viola che si è vista in Terza?
«Diciamo che la filosofia di gioco resterà sempre quella, sfruttando le certezze accumulate negli anni scorsi. Non ho uno schema fisso, diciamo che posso giocare a 4 dietro, ma proverò anche una soluzione a 3, in relazione anche allo stato di forma dei miei o degli avversari che andremo ad affrontare. Ho comunque la fortuna di avere  in organico molti giocatori estremamente versatili ed in grado di garantirmi soluzioni alternative».

Sei uno dei tecnici emergenti, dimostrando di saper lavorare bene. Pensi di migliorare il tuo bagaglio in una categoria difficile come la Seconda?
«Personalmente ritengo che ogni categoria ti offra lo spunto per migliorare e ogni impegno va affrontato con umiltà e nell’ottica di aggiungere sempre qualcosa alle proprie convinzioni e alle proprie tendenze. Il tutto per creare prima di tutto la mentalità: solo la mentalità e la conoscenza dei propri limiti porta al risultato».  


Le altre interviste con gli allenatori:

21) Maurizio Romanin – Ardita
20) Gilberto Buzzi – Mobilieri
19) Remo Bergagnin – San Pietro
18) Silvano Agostinis – Ancora
17) Giacomino Radina – Cedarchis
16) Davide Pelli – Folgore
15) Maurizio Talotti – Illegiana 
14) Renzo Piller – Sappada
13) Francesco Marini – Real
12) Marco Fabris – Pontebbana
11) Claudio Fortunato – Val Resia 
10) Francesco Moser – Timaucleulis
9) Mario Chiementin – Cavazzo
8) Andrea De Franceschi – Ravascletto
7) Massimo Marangoni – Campagnola
6) Maurizio Colosetti – Verzegnis
5) Sandro Beorchia – Ovarese
4) Cristian Gobbi – Arta Terme
3) Adriano Ortobelli – Villa
2) Franco Romano – Lauco
1) Giuliano De Conti – Comeglians

Commenta con Facebook
Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

Approfondimenti

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 2019 2018 2017 Altre edizioni